Dopo tre partite senza vittorie la Roma ritrova i tre punti e si rilancia nella corsa al quarto posto che significa qualificazione alla prossima Champions League. A Genova contro la Sampdoria è bastato un gol del capitano Daniele De Rossi a 15 minuti dal novantesimo per avere la meglio dei blucerchiati e portarsi ad un solo punto dal Milan che momentaneamente (in attesa di Atalanta e Lazio) occupa la quarta posizione. Per Ranieri si tratta del primo successo dal suo ritorno sulla panchina giallorossa oltre che del primo clean sheet della sua gestione.  Detto ciò andiamo a vedere le pagelle commentate dei protagonisti più attesi della sfida di Marassi valida per 31a giornata della Serie A 2018/2019 tra la Sampdoria di Marco Giampaolo e la Roma di Eusebio Di Francesco.

La giovane Roma non punge, il ‘vecchio' Quagliarella impreciso

Sfida nella sfida quella generazionale andata in scena tra gli attacchi delle due squadre con Claudio Ranieri che si affida alla linea verde composta dai 19enni Nicolò Zaniolo e Justin Kluivert e dal 23enne Patrik Schick, mentre Giampaolo opta per l'esperta coppia d'attacco formata dal 27enne Gregoire Defrel e dall'attuale capocannoniere del campionato, il 36enne Fabio Quagliarella, supportati dall'altro 27enne, il trequartista Riccardo Saponara. Ed è proprio dalle combinazioni tra i tre che nascono le prime occasioni da rete di marca blucerchiata con la conclusione del centravanti campano che sorvola di pochissimo la traversa della porta difesa da Mirante (preferito ancora una volta ad Olsen) prima, e con il tiro del francese intercettato da un ottimo intervento dell'estremo difensore giallorosso.

Provano invece spesso l'iniziativa personale le tre punte della Roma con, soprattutto, i baby Zaniolo e Kluivert che tentano spesso l'uno contro uno con i difensori avversari per poi andare al cross in area per i compagni o mettersi in proprio concludendo verso la porta di Audero.  Stesso copione nella ripresa quando Manolo Gabbiadini prende il posto di Saponara con Defrel che arretra nel ruolo di trequartista, mentre tra gli ospiti Edin Dzeko prende il posto di Pellegrini posizionandosi da centravanti e partecipa di più alla manovra rispetto a Schick che invece arretra alle sue spalle ed El Shaarawy sostituisce l'olandese andando a dare nuova linfa alla corsia mancina giallorossa.

La prestazione di Kluiver e Zaniolo nel match di Marassi (fonte SofaScore)
in foto: La prestazione di Kluiver e Zaniolo nel match di Marassi (fonte SofaScore)

Manolas e Fazio di mestiere, Andersen e Tonelli senza colpe

Fatica di più invece da prima punta Patrik Schick stretto nella morsa dei due centrali blucerchiati Joachim Andersen e Lorenzo Tonelli (preferito a Colley). Per l'attaccante ceco pochi i palloni giocabili (14 dei quali tre persi nella prima frazione di gioco), due mezze occasioni non concretizzate e qualche errore di troppo che agevola il lavoro dei difensori avversari, ma un fondamentale contributo in occasione del gol del vantaggio realizzato da De Rossi.

Bene tra le fila dei padroni di casa anche i due esterni Jacopo Sala e Nicola Murru che difendono con ordine e si propongono in avanti con buona continuità soprattutto nel primo tempo. Stesso discorso anche per i due terzini giallorossi Aleksandar Kolarov e Rick Karsdorp con il primo più propositivo del secondo (che in avvio di secondo tempo deve abbandonare il campo per un problema muscolare lasciando il posto al più difensivo Juan Jesus) che a sua volta dà maggiore aiuto ai centrali Kostas Manolas e Federico Fazio che a parte qualche piccola sbavatura riescono a cavarsela con mestiere.

Le valutazioni finali dei 22 che hanno cominciato la gara del Ferraris (fonte SofaScore)
in foto: Le valutazioni finali dei 22 che hanno cominciato la gara del Ferraris (fonte SofaScore)

Praet a sprazzi, De Rossi gladiatore

Bel duello nel match di Marassi anche quello ha visto protagoniste le due linee mediane. Da un lato la qualità di Dennis Praet e la fisicità di Ronaldo Vieira e Karol Linetty (che dopo dieci minuti dall'avvio del secondo tempo lascia il posto ad un più fresco Jakub Jankto), dall'altro l'esperienza di Daniele De Rossi, la tecnica di Lorenzo Pellegrini e i muscoli di Bryan Cristante. E sono gli inserimenti di questi ultimi due a mettere maggiormente in difficoltà i padroni di casa nel primo tempo, mentre il capitano giallorosso si rende molto utile in fase di interdizione anche se nei primi minuti non sempre riesce a contrastare Saponara che staziona tra le linee. La prestazione del numero 16 giallorosso sale però gradualmente di livello fino a quando a 15 minuti dal 90° sugli sviluppi di un calcio d'angolo non trova il tap-in vincente che vale il vantaggio per i suoi.

I 51 palloni toccati da Daniele De Rossi nel match contro la Sampdoria di cui solo uno perso (fonte WhoScored)
in foto: I 51 palloni toccati da Daniele De Rossi nel match contro la Sampdoria di cui solo uno perso (fonte WhoScored)

Tabellino e voti

SAMPDORIA (4-3-1-2): #1 Audero 6; #7 Sala 6, #3 Andersen 6.5, #26 Tonelli 6.5, #29 Murru 5.5; #10 Praet 6, #4 Vieira 5.5, #16 Linetty 6 (dal 58′ Gabbiadini 5.5); #5 Saponara 6 (dal 58′ Jankto 5); #92 Defrel 6, #27 Quagliarella 6. All. Giampaolo 6.
ROMA (4-3-3): #83 Mirante 6.5; #2 Karsdorp 6.5 (dal 51′ Juan Jesus 6), #44 Manolas 6.5, #20 Fazio 6.5, #11 Kolarov 6.5; #4 Cristante 6.5, #16 De Rossi 7, #7 Pellegrini 6 (dal 66′ Dzeko 6.5); #22 Zaniolo 6,#14 Schick 6, #34 Kluivert 6 (dal 72′ El Shaarawy 6). All. Ranieri 6.5.