103 CONDIVISIONI
9 Novembre 2017
20:04

Russia 2018, presentato Telstar 18 il pallone ufficiale dei Mondiali

A Mosca, Fifa e Adidas hanno presentato il pallone ufficiale della prossima rassegna iridata grazie ai testimonial d’eccezione Messi, Zidane, Del Piero, Kakà, Xabi Alonso e Podolski.
A cura di Marco Beltrami
103 CONDIVISIONI

E' stato presentato ufficialmente a Mosca, Telstar 18, ovvero il pallone ufficiale che sarà utilizzato in occasione dei Mondiali 2018, in programma in Russia nella prossima estate. Un prodotto realizzato dall'Adidas e che rappresenta un mix tra innovazione e continuità con il passato. Per presentare dunque la sfera che sarà calciata dai migliori giocatori del mondo, la Fifa e l'azienda tedesca che ha realizzato il pallone, ha potuto contare su testimonial d'eccezione come Leo Messi, Alessandro Del Piero, Zinedine Zidane, Lucas Podolski, Xabi Alonso e Kakà.

A cosa è dovuto il nome Telstar

Il pallone dei Mondiali reinterpreta il primo Telstar, creato dall'Adidas e utilizzato in occasione del Mondiale del 1970. Il nome di "Star della televisione", era legato al fatto che il pallone con i suoi 32 pannelli bianchi e neri ben definiti avrebbe avuto maggior risalto nelle tv in bianco e nero dell'epoca. Un pallone dunque innovativo che ha rappresentato una vera e propria frattura con il passato.

Le caratteristiche del pallone dei Mondiali 2018

L'edizione 18 invece può contare solo su  con i rombi neri che con un effetto pixellato sfumano verso il grigio. In movimento dunque i colori arrivano quasi a fondersi. Tutti gli inserti (il logo di Russia 2018, il nome della Adidas e quello del pallone) saranno dorati. Particolare la struttura della sfera che, grazie a una sorta di grafica 3D, oltre ad avere un eccellente impatto estetico, dà migliore stabilità e un ottimo controllo di palla.

Telstar 18, il pallone del futuro grazie ad un chip

All'interno del pallone c'è un chip che rappresenta una novità assoluta e fa del Telstar 18 un prodotto davvero futuristico. Grazie al chip infatti gli utenti possono interagire con il pallone e ottenere una serie di dati, grazie al codice identificativo unico dello stesso. Contenuti e informazioni esclusive dunque che rappresentano un vero e proprio salto nel futuro.

La storia dei palloni dei Mondiali

Adidas dunque almeno per il nome ha scelto la linea della continuità rispetto al primo pallone fornito ai Mondiali, nel 1970 con il Telstar. Nell'edizione successiva fu il turno invece del Telstar Durlast. In Argentina esordì poi il celebre "Tango", che fu utilizzato anche nelle tre rassegne iridate successive.  Nel 1998 ci fu il primo pallone colorato in un Campionato del Mondo, con la rivoluzione totale del 2002 che si concretizzò con una serie di palloni innovativi sia a livello cromatico, che per qualità e peso. Una scelta che ha creato non pochi problemi con i portieri alle prese con traiettorie spesso imprevedibili.

103 CONDIVISIONI
L'Italia e Mancini ritrovano Kean: "Si comporti da professionista. Jorginho da Pallone d'Oro"
L'Italia e Mancini ritrovano Kean: "Si comporti da professionista. Jorginho da Pallone d'Oro"
La punizione horror di Bonucci contro la Bulgaria: "Roba da mai dire gol"
La punizione horror di Bonucci contro la Bulgaria: "Roba da mai dire gol"
Messi e Neymar come Maradona e Careca: storia di un'amicizia impossibile nata dalla gelosia
Messi e Neymar come Maradona e Careca: storia di un'amicizia impossibile nata dalla gelosia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni