Citando un'espressione coniata da un ex allenatore della Roma, si può dire che ‘al centro del villaggio' dei giallorossi c'è Edin Dzeko, che dopo aver prolungato il contratto fino al 2022 ha segnato anche contro l'Arezzo, nell'ultima amichevole pre-campionato dei giallorossi che in casa dei toscani si sono imposti per 3-1.

Dzeko il gol dopo il rinnovo

Edin Dzeko sorridente ha posato nella serata di venerdì quando ha stretto la mano al CEO Fienga e ha firmato il rinnovo fino al 2022, sereno il bosniaco ha giocato contro l'Arezzo. Doveva essere una partita agevole, sulla carta, considerata la differenza di valori, ma il match è stato faticoso. Dzeko si è divorato due gol, poi è stato formato in un paio di occasioni dal portiere aretino Pissardo, prima di segnare il gol che ha riportato avanti i giallorossi, una rete semplice, un tocco a due passi dalla porta, ma importante perché è la prima del nuovo corso.

A segno anche Kluivert e Perotti

Le indicazioni che ha dato la sfida di Arezzo sono positive senz'altro per la fase offensiva, non si può dire lo stesso per quella difensiva, perché ancora una volta i giallorossi prendono gol (è successo anche con Athletic, Real Madrid e Perugia). All'intervallo le squadre sono tornate negli spogliatoi sullo 0-0, nel secondo tempo, rigore di Perotti al 49′, l'argentino è sempre implacabile dal dischetto, poi 1-1 di Belloni, penalty anche per lui, Dzeko rimette avanti la Roma e Kluivert mette il punto esclamativo sulla partita all'88'. Fonseca, sempre nel 4-2-3-1, ha schierato dall'inizio in porta lo spagnolo Pau Lopez, in difesa capitan Florenzi, Fazio, Juan Jesus e Kolarov, Mancini ha trovato spazio nel secondo tempo, Cristante e Diawara alle spalle della batteria di trequartisti formata da Under, Zaniolo e Perotti, avanti Dzeko. A casa è rimasto Lorenzo Pellegrini, che in questi giorni è diventato papà.