Radja Nainggolan giocherà il derby della Capitale? E' questa la principale domanda dei tifosi giallorossi (e anche laziali), alla vigilia di Roma-Lazio, sfida di cartello che aprirà la 13a giornata di Serie A sabato 18 novembre alle ore 18. Il centrocampista è tornato malconcio dalla parentesi in nazionale e tutto lascia presagire la possibilità di un suo mancato utilizzo dal 1′ da parte del tecnico Di Francesco. Quello che è certo, è che il "ninja" giallorosso sembra davvero pronto a tutto pur di scendere in campo.

Nainggolan infortunato, a rischio per Roma-Lazio.

Non è stato molto fortunato Nainggolan. La convocazione in nazionale, tanto attesa, si è rivelata infelice per il centrocampista costretto ad alzare bandiera bianca per un problema muscolare all'adduttore. Ecco allora che il suo utilizzo in Roma-Lazio e in forte dubbio con l'allenatore giallorosso che non ha intenzione di correre rischi, per uno stop che potrebbe essere ancora più lungo, privando la Roma del suo perno di centrocampo per un periodo più ampio.

Nainggolan pronto a giocare anche con una gamba sola.

Al termine dell'allenamento di ieri, Nainggolan si è intrattenuto come sempre a firmare autografi ai tifosi, rivelando la sua volontà di fare il possibile per essere in campo nel derby. A chi gli ha chiesto delle sue condizioni, il belga ha risposto così: "Voglio giocare anche con una gamba sola". Parole che confermano dunque il suo spirito guerriero e il suo tentativo di stringere i denti per il big match contro i cugini. Ai microfoni di Sky poi, il punto sul derby: "È troppo importante vincere questo derby. Tutte e due le squadre stanno giocando bene, sono certo che sarà una grandissima partita. Anche se sono stato in Nazionale, è da tempo che ho in testa il derby. Scudetto? Ci penso".

Le probabili formazioni di Roma-Lazio.

Al momento però le possibilità di un suo utilizzo sembrano ridotte al lumicino. Ecco allora che Di Francesco potrebbe decidere di puntare dal 1′ su Lorenzo Pellegrini concedendo poi a Nainggolan uno spezzone di gara. Non è da escludere però anche una situazione al contrario, con il belga titolare, ma disponibile magari solo per un tempo con la volontà del tecnico di provare a mettere subito il match sui binari giusti

  • Roma (4-3-3) Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini (Nainggolan), De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco
  • Lazio (3-5-2) Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto, Immobile. All. Inzaghi