La Roma ha annunciato il rinnovo del contratto di Alessio Riccardi, calciatore nato nel 2001 che ha grande talento e che sembra avere la carriera assicurata. Di Francesco lo ha fatto esordire in prima squadra lo scorso gennaio nel match degli ottavi di Coppa Italia con l’Entella. Il c.t. Mancini stravede per lui e magari sul finire di stagione Ranieri potrebbe concedergli un’altra chance con i grandi in attesa della promozione nella prossima stagione.

Riccardi firma fino al 2023 con la Roma

Ha talento da vendere questo ragazzo nato nel 2001, nato nello stesso anno dell’ultimo scudetto della Roma. Tifoso giallorosso che ha come idolo, ovviamente, Francesco Totti, è stato portato in panchina da Di Francesco già un anno fa, era il mese di febbraio e avrebbe forse anche esordito nel finale del match con il Benevento se la squadra campana non avesse ridotto il gap con un gol nel finale. Si stava riscaldando quando segnò Brignola. Poco male, il ragazzo è tornato con la Primavera, ha confermato talento e grande abnegazione e adesso ha meritato il primo contratto da professionista.

Chi è Alessio Riccardi, il giovane giallorosso che piace a Mancini

Romano della Magliana, nato il 3 aprile 2001, Riccardi fu scovato da Bruno Conti che lo pescò nella Lazio di Calcio a 5. Con la Roma ha fatto tutta la trafila nelle giovanili, si è messo in luce anche in Youth League, e ha esordito con la squadra dei grandi lo scorso gennaio in Coppa Italia. Punto fisso delle nazionali giovanili, ha giocato con Under 15, 16 e 17 e disputerà gli Europei con l’Under 19, Riccardi è stato già notato anche dal c.t. Roberto Mancini che in un’intervista rilasciata alla ‘Gazzetta’ poco tempo fa disse: “In questo momento non abbiamo grandi numeri 10, speriamo tornino fuori per il prossimo Mondiale: magari Riccardi della Roma o Vido del Perugia”. Un attestato di stima eccezionale.