La Roma batte 4-0 l’Entella e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia, manifestazione che i giallorossi hanno vinto in nove occasioni (l’ultima nel 2008). La partita si mette subito bene, Schick segna dopo 25 secondi, nel finale del primo tempo raddoppia Marcano. Nella ripresa segna ancora Schick, poi c’è gloria anche per il ‘Flaco’ Pastore. Nei quarti la Roma se la vedrà con la Fiorentina.

Schick, gol di tacco dopo 25 secondi

Di Francesco ha tanti indisponibili, all’elenco si aggiunge pure Diego Perotti, che dà forfait pochi minuti prima del via. L’undici titolare è comunque di tutto rispetto, l’approccio alla gara dei giallorossi è il migliore possibile, e dopo una ventina di secondi arriva il vantaggio. La Roma batte il calcio d’inizio, trova Under che con un rapido gioco di gambe disorienta un avversario e mette in mezzo, Schick ben appostato di tacco batte il portiere avversario, 1-0. La partita si mette subito benissimo per la squadra di casa che però al 10’ perde Juan Jesus. Un problema al ginocchio mette ko il brasiliano, sostituito da Marcano.

Marcano raddoppia

L’Entella si rende pericoloso un paio di volte attorno al ventesimo, il portiere Olsen è bravissimo in due occasioni. Poi la squadra ligure ci prova su punizione, il tiro di Mota finisce sulla barriera, capovolgimento di fronte e raddoppio dei giallorossi, ma il gol di Marcano viene annullato, per un netto fuorigioco. Il centrale difensivo segna il 2-0 nel recupero del primo tempo, tacco di Schick e tiro potente e vincente dell’ex Porto. Il gol di Marcano è chirurgico perché spegne ogni tipo di velleità dell’Entella prima di entrare negli spogliatoi.

Doppietta di Schick e gol di Pastore

La Roma segna anche all’inizio del secondo tempo, il marcatore è ancora Schick che riceve da Kluivert e con un diagonale firma il 3-0, e aumenta il suo bottino stagionale. Poco dopo fa festa l’Entella con Mancosu, ma la gioia dura pochissimo, il gol viene annullato per fuorigioco. La squadra di Di Francesco cerca il quarto gol, il portiere Paroni è bravissimo su Under e Schick, due volte. Il 4-0, comunque arriva, lo segna Pastore.