La Roma batte 3-2 il Torino e sale al quarto posto in classifica, l’obiettivo minimo del club giallorosso. I giallorossi trascinati da Zaniolo e El Shaarawy, entrambi a segno, il ‘Faraone’ si è procurato il rigore trasformato da Kolarov, scavalcano Lazio e Milan e infliggono al Torino la prima sconfitta esterna della stagione. Non sono bastati ai granata i gol di Rincon e Ansaldi.

La prodezza di Zaniolo

Mazzarri e Di Francesco hanno tanti assenti. Nel Toro dall’inizio c’è il giovane Parigini, posizionato alle spalle di Belotti. Karsdorp torna titolare in campionato, davanti alla difesa Cristante e Pellegrini. Dzeko è il capitano. Il Toro parte forte, Belotti sembra ispirato, ma Olsen, con l’eccezione di un’uscita da karateka, non è mai impegnato. I giallorossi perdono subito Under, problema al flessore e out dopo cinque minuti. Venticinquesimo infortunio muscolare per un calciatore della Roma in questa stagione. Al 15’ l’Olimpico esplode per il gran gol di Nicolò Zaniolo. Il baby fenomeno in mischia è lestissimo e calcia di prima intenzione, Sirigu risponde alla grande, Zaniolo si riavventa sul pallone, da terra aggancia, controlla e calcia in porta, il tiro è potente e soprattutto preciso, 1-0. Secondo gol in carriera in Serie A, e secondo consecutivo in casa in campionato, per il diciannovenne centrocampista che cresce di partita in partita.

Kolarov su rigore 

Alla mezz’ora il Torino si fa sorprendere da un’incursione di Karsdorp che imbecca El Shaarawy, il ‘Faraone’ si inserisce bene e salta Sirigu che lo stende, rigore netto. Dal dischetto Kolarov è impeccabile, portiere spiazzato e 2-0. Nel finale di tempo la Roma ha due nitide occasioni per portarsi sul 3-0, ma El Shaarawy non è pronto, negli ultimi secondi del recupero Iago Falque ha una grande chance, lo spagnolo s’invola verso la porta di Olsen in solitario, calcia dall’interno dell’area di rigore e colpisce il palo esterno.

Doppio colpo del Toro: gol di Rincon e Ansaldi

Nel secondo tempo la Roma ha un’altra chance del 3-0, ma Dzeko sotto porta sonnecchia e colpisce debolmente. Ola Aina dà la sveglia al Torino, Olsen trema sul cross dell’ex Chelsea. Poco dopo Rincon segna il gol che riapre la partita. Belotti è molto tenace, fa partite l’azione, collabora con Ansaldi, calcia in porta e poi serve il sudamericano che piazza il pallone nell’angolino, 2-1. Mazzarri manda in campo Zaza, il Toro ci crede e trova il gol del 2-2 con Ansaldi che con un bel sinistro al volo, dal limite dell’area di rigore, batte Olsen.

Gol di El Shaarawy, 3-2 della Roma

Entrambe le squadre cercano il gol della vittoria, il 3-2 è nell’aria e lo realizza la squadra di casa. Invenzione di Pellegrini che con un passaggio illuminante trova El Shaarawy che da posizione defilata con una splendida conclusione batte Sirigu. Belotti ha una chance nel finale, ma non calcia bene, il pallone finisce al lato. Di Francesco vince la terza partita consecutiva e sale al quarto posto.