Non c'è pace per il Real Madrid di Santiago Solari. Reduce dalla pessima figura al Bernabeu contro la Real Sociedad, la squadra campione d'Europa in carica deve infatti fare i conti anche con gli infortuni che stanno falcidiando la rosa madrilena. Oltre a quelli di Bale, Mariano Diaz, Asensio e Llorente, nelle ultime ore si è infatti aggiunto anche quello di Kroos: uscito a 10 minuti dal termine della sfida con i baschi, a causa di uno strappo all'adduttore della coscia sinistra.

Ad annunciare l'entità dell'infortunio è stato lo stesso club di Florentino Perez attraverso una nota ufficiale, che ha confermato la lesione di secondo grado e rimandato al prossimo esame medico i tempi di recupero del giocatore. Solari dovrà però mettersi l'animo in pace, perché il centrocampista tedesco rimarrà fuori minimo un mese saltando diverse partite importanti.

Florentino Perez lancia la sfida

Calendario alla mano, Kroos non sarà infatti disponibile per le gare con Betis, Espanyol, Siviglia e Alaves. Discorso diverso invece per la Champions League, dove c'è ottimismo per un suo recupero in occasione della gara d'andata degli ottavi di finale: in programma il 13 febbraio prossimo ad Amsterdam contro l'Ajax. In assenza dell'ex Bayern Monaco, sarà dunque Ceballos a prendersi la responsabilità di scendere in campo insieme a Modric e Casemiro.

In occasione della presentazione del nuovo acquisto Brahim Diaz, il presidente non si è però più di tanto mostrato preoccupato per la situazione: "Siamo consapevoli che questo è un momento difficile, ma continueremo a lavorare per rafforzare la squadra con talento e qualità – ha dichiarato Florentino Perez – Ai tifosi dico che questo club, questa squadra e questi giocatori daranno tutto e che continueremo a lavorare per costruire un Real Madrid sempre più forte".