Perché Zlatan Ibrahimovic ha deciso di restare ai Los Angeles Galaxy dicendo di no ad un possibile ritorno al Milan? Alla base della scelta dell'esperto bomber classe 1981 c'è anche il ricco nuovo contratto propostogli dalla formazione americana in occasione del rinnovo, ufficializzato nei giorni scorsi. Un bel salto in termini di introiti per Ibra che diventerà, cifre alla mano, il calciatore più pagato della storia del calcio professionistico americano.

Zlatan Ibrahimovic e il rinnovo ufficiale con i Galaxy

Zlatan Ibrahimovic ha rinnovato ufficialmente il suo contratto con i Los Angeles Galaxy. Dopo l'annuncio del centravanti, è arrivato quello del club della Major League Soccer che potrà contare dunque fino a fine 2019 sulle sue prestazioni. Difficile rinunciare a Ibra, capace di realizzare alla sua prima annata nel massimo campionato nordamericano 22 gol con 10 assist. Come però blindare il calciatore, tentato anche dalla possibilità di un ritorno in Italia e dal corteggiamento serrato sul calciomercato del Milan? Con un contratto ricchissimo.

Quanto guadagnerà Ibrahimovic con i Los Angeles Galaxy

Quanto guadagnerà Zlatan Ibrahimovic nel corso della sua seconda stagione con i Los Angeles Galaxy. Un bel balzo in avanti per il bomber che da un incasso di circa 1.2 milioni di euro, arriverà a percepire la bellezza di 6 milioni di dollari all'anno, ovvero circa 5.27 milioni di euro. Una cifra importante per il calciatore che diventa così il più pagato della storia della Major League Soccer.

Zlatan Ibrahimovic calciatore più pagato della storia della MLS, battuto Kakà

Niente ritorno al Milan dunque per Zlatan Ibrahimovic che in virtù del super rinnovo con i Los Angeles Galaxy si preso la soddisfazione di superare un altro celebre ex rossonero. Si tratta infatti di Ricardo Kakà: Ibra ha scalzato proprio il brasiliano dal primo posto della speciale classifica dei calciatori più pagati di sempre della MLS. Grazie allo stipendio da 6 milioni di dollari infatti, l'esperto svedese ha superato Kakà che nella sua esperienza all'Orlando City percepì 5.2 milioni di dollari.