La vittoria della Germania in Olanda è senza dubbio il risultato più importante delle sfide valide per le qualificazioni a Euro 2020 di domenica 24 marzo. Colpaccio dei tedeschi che si sono imposti 3-2 al termine di un match molto emozionante. Spicca anche il tonfo dei vice-campioni del mondo della Croazia, sul campo dell'Ungheria, mentre sorridono Belgio, Polonia, Galles e Russia. Sorprende l'Irlanda del Nord, alla seconda vittoria consecutiva.

Germania, colpaccio in Olanda. Irlanda del Nord a punteggio pieno

Gol ed emozioni nel match della Cruyff Arena. Olanda e Germania hanno regalato una sfida divertente e dai due volti, anche se alla fine a sorridere sono stati i tedeschi. Meglio gli ospiti nel primo tempo, capaci di portarsi sul doppio vantaggio grazie alle reti di Sané e di Gnabry (splendida la sua conclusione alla Del Piero), con Neuer super in due occasioni su Babel. Nella ripresa gli oranje si sono risollevati, accorciando prima le distanze con de Ligt, capitano dell'Ajax e oggetto dei desideri della Juventus, e Depay. Nel finale però è arrivato il colpo del ko con Schulz che ha regalato i 3 punti agli uomini di Loew. Primi 3 punti per la Germania che, con una partita in meno, aggancia l'Olanda alle spalle della sorprendente Irlanda del Nord a punteggio pieno. La squadra di O'Neil dopo la vittoria con l'Estonia ha concesso il bis contro la Bielorussia, imponendosi 2-1

  • Classifica Gruppo C: Irlanda del Nord 6, Germania, Olanda 3, Bielorussia, Estonia 0
 

Croazia sconfitta in Ungheria. La Slovacchia di Hamsik ko in Galles

Uno dei risultati più sorprendenti della giornata arriva dall'Ungheria, dove la formazione di casa ha battuto i vice-campioni del mondo della Croazia (che alla prima avevano superato l'Azerbaigian). Ospiti avanti con Rebic, ma i magiari allenati dall'italiano Marco Rossi hanno pareggiato al 34° con Szalai, trovando poi il gol vittoria per condannare Modric e compagni (in campo gli interisti Brozovic e Perisic) con Patkai. Nell'altro match del girone, dopo l'esordio vincente contro l'Ungheria, la Slovacchia di Hamsik (ex Napoli), Skriniar (Inter) e Kucka (Parma) si è arresa al Galles, all'esordio nelle qualificazioni a Euro 2020. Il gol in apertura di James al 5° del primo tempo si è rivelato decisivo per la formazione di casa nella sfida di Cardiff. I gallesi del ct Ryan Giggs (che ha schierato Gareth Bale nelle vesti di falso nueve) hanno dunque raggiunto in testa a quota 3 punti  Slovacchia, Croazia e Ungheria.

  • Classifica Gruppo E: Slovacchia, Galles, Ungheria, Croazia 3, Azerbaigian 0

Belgio, tutto facile a Cipro. La Russia si rialza

Nessun problema per il Belgio nella trasferta in terra cipriota nella 2a giornata del gruppo I. La formazione di Martinez (con Mertens in campo dal 1′) ha battuto Cipro con il punteggio di 2-0. Partita già archiviata nella prima frazione grazie alle reti di Hazard e Batshuayi. La Russia dopo il ko all'esordio proprio contro il Belgio si è riscattata battendo in scioltezza il Kazakistan. Perentorio 4-0 in trasferta per la formazione di Cherchesov, che ad Astana ha trovato vita facile con le reti di Cheryshev (doppietta), Dzyuba e l'autogol di Beysebekov. Seconda sconfitta consecutiva per San Marino, che è uscito comunque con l'onore delle armi davanti al proprio pubblico, nel match contro la Scozia. La compagine di McLeish si è imposta con le reti di McLean (al 4°) e di Russell (74°), rimediando all'inaspettato tonfo della prima gara in Kazakistan.  Belgio a punteggio pieno con 6 punti, davanti a Cipro, Russia, Kazakistan e Scozia a quota 3

  • Classifica Gruppo I: Belgio 6, Cipro, Russia, Kazakistan, Scozia 3, San Marino 0

La Polonia vince ancora. Sorride Israele nel segno dell'ex Palermo Zahavi

Seconda partita e seconda vittoria della Polonia nel gruppo G delle qualificazioni a Euro 2020. I biancorossi (Szczesny, Zielinski e Piatek in campo, Milik in panchina) hanno dovuto faticare più del dovuto per avere la meglio della Lettonia. Decisiva le reti di Lewandowski e Glik nella ripresa.  Bella vittoria dell'Israele che regala un altro dispiacere all'Austria battuta all'esordio dalla Polonia. Agli ospiti passati in vantaggio nei primi minuti non è bastata la doppietta dell'ex Inter Arnautovic. Decisivo l'ex Palermo Zahavi autore di una tripletta, con Dabbur che ha chiuso i conti calando il poker. Slovenia e Macedonia si sono divise la posta in palio: all'ex Empoli Zajc ha risposto Bardhi

  • Classifica Gruppo G: Polonia 6, Israele, Macedonia, 4, Slovenia 2, Lettonia, Austria 0