Qual è il gol più bello della storia del Barcellona? I tifosi e gli sportivi hanno emesso il loro verdetto premiando tanto per cambiare Leo Messi, autore di quella che è stata eletta come la rete migliore di sempre del club catalano. Pioggia di voti per la marcatura realizzata dal numero 10 ben 11 anni fa in occasione di un confronto contro il Getafe valido per la Copa del Rey. Una serpentina eccezionale che ha ricordato quella storica di Maradona contro l'Inghilterra.

Qual è il gol più bello della storia del Barcellona, premiato quello di Messi contro il Getafe

Il Barcellona ha lanciato un sondaggio tra i propri tifosi per eleggere il gol più bello della propria storia. Più di mezzo milione di sportivi hanno votato per diversi mesi, fino ad eleggere con il 45% delle preferenze la rete realizzata da Leo Messi in occasione di una partita contro il Getafe valida per la Copa del Rey. Nella stagione 2006-2007, un giovane Messi incantò tutti rendendosi protagonista di una serpentina eccezionale al Camp Nou. Un mix di tecnica, velocità e furbizia che inevitabilmente ricorda la celebre marcatura di Diego Armando Maradona nel Mondiale di Messico '86 contro l'Inghilterra.

La classifica dei gol più belli della storia del Barcellona

Leo Messi aveva grandi possibilità di vincere visto che 3 delle 4 reti finaliste erano le sue. Il suo gol contro il Getafe votato come il più bello di sempre ha battuto quello realizzato sempre dalla Pulce contro l'Athletic Bilbao nella finale di Copa del Rey (28% dei voti). Al terzo posto, uno segnato dall'argentino contro il Real in Champions (16%), e a chiudere il poker, ecco la marcatura pesantissima di Sergi Roberto in occasione della super remuntada contro il Psg in Champions (11%)

Il ringraziamento di Leo Messi ai tifosi del Barcellona

In un video Leo Messi ha ringraziato tutti i tifosi per il riconoscimento: "Sono molto grato ai fan per aver scelto il mio gol e per avermi permesso di entrare a far parte della storia di questo club". Il campione argentino dunque ritrova il sorriso in terra catalana dopo la parentesi non fortunata con la nazionale. Ora per lui e per il Barcellona testa alla Liga e ad una Champions da provare a vincere, superando i primis l'ostacolo United