17 gol in 23 partite di Serie A. Il tempo sembra essersi fermato per Fabio Quagliarella che sta vivendo una seconda giovinezza con la maglia della Samp. Merito anche di una ritrovata serenità dopo il lieto fine della vicenda relativa allo stalker che lo ha perseguitato, costringendolo anche a lasciare Napoli dopo una sola stagione. E dopo il rinnovato feeling con i tifosi azzurri, chissà che il futuro non regali un colpo di scena e magari un ritorno di Quagliarella in terra partenopea. Il bomber classe 1983 dal canto suo non nasconde la sua fede calcistica.

Quagliarella e il tifo per il Napoli

Intervenuto nelle vesti di ospite alla trasmissione "Che tempo che fa", Quagliarella è tornato a parlare del suo feeling con il Napoli. Senza troppi giri di parole l'attaccante ha dichiarato: "La mia squadra del cuore? Ho sempre tifato Napoli, sono tuttora tifoso del Napoli. Tutti ne abbiamo una e la mia è chiara".  Al momento però giusto pensare solo alla Samp con cui Quagliarella si sta togliendo delle belle soddisfazioni: "Sto bene, per fortuna. Il campionato della mia Samp sta andando alla grande e ne sono felicissimo. Ho un rapporto eccezionale con la società, i compagni e i tifosi. Sono tornato con piacere alla Samp anche se mi davano del vecchietto".

Quagliarella potrebbe tornare al Napoli

Ma Quagliarella potrebbe realmente tornare al Napoli. Sicuramente se la Samp dovesse aprire ad una cessione anticipata rispetto al contratto in scadenza nel 2019, il giocatore di Castellammare di Stabia, sarebbe felice di rivestire la casacca azzurra. Il feeling con la piazza dopo la forte contestazione per l'addio destinazione Juventus del 2009 è completamente ricucito infatti. Dopo la conclusione della vicenda relativa allo stalker che lo ha perseguitato ai tempi del Napoli a suon di lettere minatorie in cui l'attaccante, veniva ingiustamente accusato di avere affiliazioni con la camorra e di aver intrattenuto rapporti con minorenni, il bomber ha ricucito il rapporto con la tifoseria azzurra. La curva del Napoli ha infatti "perdonato" Quagliarella per il addio destinazione Juve, contro la volontà del giocatore. Ecco allora che un suo ritorno in terra partenopea sarebbe ben visto.

Quagliarella-Napoli, affare utile per gli azzurri?

Certo Quagliarella farebbe comodo al Napoli, soprattutto però in chiave turnover. Già in questa stagione l'infortunio di Milik ha complicato i piani di Sarri ritrovatosi con le pedine contate in avanti. Ecco allora che per il futuro quello dell'esperto centravanti potrebbe essere un nome gradito per ampliare il reparto offensivo azzurro. Di certo questo Quagliarella sarebbe un innesto importante, anche se bisognerà fare i conti anche con le 36 primavere del giocatore che dal canto suo magari vorrebbe giocare con continuità in questa fase finale della carriera. Situazione che al Napoli gli sarebbe preclusa.