Dopo aver sconvolto l'estate del 2017 con il suo passaggio al Paris Saint-Germain, trattativa che è entrata di diritto nella storia del calciomercato per i suoi 222 milioni di euro spesi dal club transalpino, Neymar è pronto a tornare sui suoi passi e a fare rientro in Spagna dove ci sono almeno due squadre pronte ad abbracciarlo: il Barcellona e il Real Madrid. A confermare l'inizio della clamorosa trattativa che dovrebbe permettere al brasiliano di lasciare Parigi, sono infatti arrivate le parole di Leonardo.

A poche ore dalle decisioni del tecnico Tomas Tuchel per la prima partita di campionato contro il Nimes, partita per la quale Neymar non è stato convocato, il direttore sportivo del club campione di Francia ha di fatto annunciato le trattative per dell'attaccante ex Santos: "Le negoziazioni per la vendita di Neymar vanno avanti e sono più avanzate di prima. Ne stiamo parlando. Le trattative proseguono, ma questo non vuol dire che ci sia un accordo".

Tuchel se ne lava le mani

Uno dei tormentoni estivi di questa sessione di calciomercato è dunque vicino alla sua conclusione. Il destino di Neymar sarà probabilmente ancora in Spagna, in una delle due squadre che da sempre lottano non soltanto per la Liga ma anche per la Champions League. Sia Barcellona che Real Madrid dovranno a questo punto formulare una proposta convincente al Paris Saint-Germain per arrivare a mettere le mani sul campione verdeoro.

In merito alla vicenda legata al suo giocatore, anche Tuchel ha voluto dire la sua sull'assenza del brasiliano dai giocatori convocati per la prima partita di campionato: "Non si è ancora allenato per una settimana intera, non sarà possibile vederlo in campo domenica. Le discussioni su Neymar non sono il mio lavoro – ha commentato l’allenatore tedesco – Sono l’allenatore e pianifico gli allenamenti anche per lui. Attualmente sta svolgendo un lavoro individuale, parlo con lui ma sono concentrato sulla gestione sportiva".