La Grecia non ci sta, e dice stop alla violenza nel calcio. Il massimo campionato greco è stato sospeso a tempo indefinito, dopo gli incredibili episodi avvenuti nella sfida tra il Paok Salonicco e l'Aek Atene. L'invasione di campo del presidente della squadra di casa con pistola alla cintura, è un episodio troppo grave per non essere sanzionato con decisione. Ecco allora che il ministro della cultura e dello sport greco George Vassiliadis ha preso la drastica decisione di dire stop alla Souper Ligka Ellada.

Follia in Paok-Aek, il presidente della squadra di casa invade il campo con pistola alla cintura

Le immagini di quanto accaduto in Paok-Aek nella serata di domenica hanno fatto il giro del mondo. L'annullamento per fuorigioco di un gol della sua squadra ha mandato su tutte le furie il presidente della squadra di Salonicco Ivan Savvidis. Quest'ultimo ha invaso il campo, ostentando la pistola nella fondina appesa sulla cintura, e intimando ai suoi calciatori di lasciare immediatamente il terreno di gioco. Parapiglia incredibile, con le forze dell'ordine che hanno riportato a fatica la situazione alla normalità con Savvidis scortato fuori, visibilmente infuriato.

Il presidente del PAOK protesta in campo, con tanto e ostenta la pistola nella fondina
in foto: Il presidente del PAOK protesta in campo, con tanto e ostenta la pistola nella fondina

Le minacce del presidente all'arbitro, e la paura dei calciatori ospiti

Il presidente prima di abbandonare il terreno di gioco si è recato dall'arbitro, reo di aver annullato in extremis un gol alla sua squadra. Ecco allora che mostrando la pistola, rimasta fortunatamente nella fondina, Savvidis ha minacciato il direttore di gara: "La tua carriera finisce qui". Al seguito del presidente, in campo anche i tifosi, con la squadra ospite costretta a rimanere bloccata negli spogliatoi, come raccontato dall'allenatore Jimenez: "Non possiamo uscire dagli spogliatoi, la polizia ci ha detto che non è prudente. Siamo circondati".

La decisione del ministro, campionato greco sospeso a tempo indefinito

Ecco allora che nella mattinata di oggi è arrivata la decisione ufficiale. Dopo un incontro con il Governo di quasi tre ore, il  ministro della cultura e dello sport greco George Vassiliadis ha annunciato di voler utilizzare il pugno duro contro i violenti. Il campionato di calcio greco è stato sospeso a tempo indefinito, con buona pace dunque di squadre e tifosi che avranno così modo di riflettere sulle scene di follia di Salonicco.