Alla ventiduesima presenza con la maglia dell'Everton, Moise Kean ha finalmente trovato il suo primo gol inglese. Il giovane attaccante della Nazionale Under 21, in campo dal primo minuto nel match contro il Newcastle (valido per la 24esima giornata di Premier League), ha infatti segnato l'1-0 con cui i ‘Toffees' di Carlo Ancelotti hanno sbloccato la partita e accarezzato la vittoria finale: un sogno svanito nel finale, quando in meno di due minuti il Newcastle è passato dal 2-0 al 2-2.

Dopo una mezzora di studio, il match ha avuto un sussulto alla mezzora del primo tempo. L'azzurro si è sbloccato grazie ad un lancio millimetrico di Bernard e ad un abile controllo in area avversaria prima della conclusione che ha battuto il portiere Martin Dubravka: una rete che Moise Kean ha festeggiato con la sua solita sfrenata esultanza, che ben conoscono tutti i tifosi della Juventus, prima della sua sostituzione arrivata a metà del secondo tempo.

La difesa di Carlo Ancelotti

Arrivato dal club bianconero nella scorsa estate per 27,5 milioni più 2,5 di bonus, Moise Kean ha avuto in Carlo Ancelotti il suo primo grande ‘sponsor'. L'ex tecnico del Napoli, che al suo arrivo aveva speso belle parole per l'attaccante, lo aveva infatti difeso di fronte alle critiche taglienti dei tabloid britannici: "Le prestazioni di Moise? Ricordo che anche Platini fece fatica dopo il suo arrivo alla Juventus. Ha avuto bisogno di più di sei mesi per adattarsi".

"Non ho dubbi sulla sua abilità, ma ha solo 19 anni – dichiarò qualche settimana fa Ancelotti, in un'intervista concessa al ‘Telegraph' – Si è trasferito in un nuovo Paese, ha nuovi compagni di squadra. Tutto è nuovo per lui. Dovremmo tutti aiutarlo a stare meglio. Ho avuto lo stesso problema con Lozano a Napoli, e lui non ha 19 anni, ma ha già 24 anni. L’adattamento richiede tempo".