Sconfitta casalinga per il Torino che dopo il 3-2 subito a domicilio dal Wolverhampton nella gara d'andata vede ridursi le speranze di accedere alla fase a gironi dell' Europa League 2019/2020. Allo Stadio Grande Torino infatti gli inglesi hanno dilagato grazie alle reti di Diego Jota e Raul Jimenez che si sono aggiunte all'autorete di Bremer arrivata pochi minuti prima dell'intervallo. I gol di De Silvestri e di Belotti su calcio di rigore lasciano però aperti i discorsi qualificazione con l'accesso alla fase a gironi che si deciderà dunque nella gara di ritorno che si disputerà giovedì prossimo in Inghilterra. Detto ciò andiamo a vedere cosa è successo allo Stadio Olimpico "Grande Torino" nella gara valida per l'andata del playoff di Europa League 2019/2020 tra il Torino di Walter Mazzarri e il Wolverhampton di Nuno Espírito Santo.

Il Toro si ‘autoincorna': solo Bremer batte Sirigu

Dopo i primi dieci minuti in cui le due squadre si sono studiate preoccupandosi più di non scoprirsi che di mettere in difficoltà retroguardie avversarie è il Wolverhampton ad avere la prima vera occasione da rete con Diego Jota che, servito dallo scatenato Traoré, calcia di prima da dentro l'area di rigore granata trovando però pronto alla risposta l'estremo difensore dei padroni di casa Sirigu che respinge il pallone con i piedi mantenendo la propria porta inviolata. Qualche minuto più tardi arriva la risposta del Torino con N'Koulou che di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione, colpisce la parte superiore della traversa mettendo paura a Rui Patricio prima che Dendoncker dall'altra parte del campo in una situazione simile sfiori il palo alla destra del portiere granata andando così nuovamente vicinissimo al vantaggio.

Nella seconda parte della prima frazione di gara i granata prendono il comando delle operazioni mantenendo maggiormente il possesso palla e provando ad insidiare l'estremo difensore portoghese sia conclusioni da fuori che con continui cross come quello impattato benissimo da Izzo che però si è visto negare la gioia del gol dal perfetto intervento dello stesso Rui Patricio poco prima che Saiss sfruttando il calcio di punizione magistralmente battuto da Joao Moutinho sfiorando il pallone in mischia costringa il brasiliano Bremer all'autogol e permetta agli inglesi di andare in vantaggio all'intervallo.

Girandola di gol: De Silvestri risponde a Jota, poi si scatenano i numeri ‘nove'

Come già accaduto nel primo tempo, anche nella ripresa ci vogliono dieci minuti di impasse prima che il match si sblocchi con le due squadre che, anche a causa della stanchezza, si allungano prestando il fianco alle ripartenze avversarie e come nella prima occasione del match è ancora il tandem Traoré – Diego Jota a creare la prima vera occasione da rete che vale il 2-0 per gli ospiti con la firma dell'attaccante lusitano. Doppio vantaggio che dura però soltanto un minuto con la combinazione tra i due esterni Ansaldi assistman e De Silvestri finalizzatore a riaprire le chance qualificazione per i granata con il gol del 2-1.

Il Torino prova il tutto per tutto alla ricerca di quel pareggio che agevolerebbe il compito in terra inglese nella gara di ritorno, lasciando però ampi spazi alle veloci ripartenze dei Wolves. E così che al 72′ arriva il gol che mette in ginocchio i padroni di casa con Raul Jimenez che lanciato in campo aperto salta due avversari e poi batte agevolmente l'incolpevole Sirigu con un preciso tocco da dentro l'area di rigore. A riaprire il discorso qualificazione ci pensa il capitano granata Andrea Belotti che a pochi minuti dal novantesimo si conquista e trasforma il calcio di rigore che riduce nuovamente le distanze dai Wolves che con questo risultato partono comunque nettamente favoriti in vista della gara di ritorno.

Tabellino e voti

Torino (3-5-2): Sirigu 6; Izzo 6.5, Nkoulou 6.5, Bremer 6; De Silvestri 6, Meitè 5.5 (dal 64′ Rincon 5.5), Baselli 5, Ansaldi 6 (dal 71′ Aina 6); Berenguer 5 (dal 58′ Lukic 5); Zaza 5.5, Belotti 6. All. Mazzarri 6.

Wolverhampton (3-5-2): Rui Patricio 6.5; Vallejo 6, Coady 6, Boly 6.5; Traoré 7 (dal 64′ Jonny), Dendoncker 6, Saiss 6.5, Moutinho 6.5, Ruben Vinaigre 5; Raul Jimenez 6.5 (dal 76′ Cutrone sv), Diogo Jota 6.5 (dal 69′ Pedro Neto 6). All. Espirito Santo 6.