E' partito il conto alla rovescia per Juventus-Milan, supersfida in programma sabato 31 marzo allo Stadium. Un match dal sapore particolare per Andrea Pirlo, l'ormai ex centrocampista che in carriera ha vestito la maglia di entrambe le squadre, scrivendo pagine indelebili di storia del calcio. Dopo il suo trasferimento dai rossoneri ai bianconeri, il bresciano che il prossimo 21 maggio giocherà la sua partita di addio al calcio, ha fatto spesso arrabbiare i suoi ex tifosi con dichiarazioni che non sono state gradite. Ecco allora che le sue ultime parole, forse contribuiranno a ricucire il rapporto con la curva del Milan.

La maglia del Milan è qualcosa di speciale, parola di Pirlo

Il classe 1979 bresciano è stato intervistato da Sky Sport. In pochi meglio di lui possono parlare del confronto tra Juventus e Milan, due squadre in cui ha collezionato stagioni e trofei. Ecco allora che Pirlo ha spiegato il prestigio di indossare la casacca rossonera, definito come qualcosa di unico: "La maglia del Milan per me è stata qualcosa di speciale, di prestigioso, perché fu la mia prima esperienza da calciatore vero ad alti livelli. Sono rimasto per 10 anni in rossonero e ho avuto la fortuna di vincere praticamente tutto. Resterò sempre grato a questa maglia"

I motivi dell'addio al Milan e del passaggio alla Juve di Pirlo

Come spiegare allora il suo sorprendente trasferimento a parametro zero ai rivali della Juventus? Una scelta che ha deluso i tifosi del Milan, ma che l'ex campione del mondo ha giustificato così: "La Juventus? Per me è stata una rivincita, dopo un periodo delicato sono arrivato in una società seria e con una grande fame di vittorie. Dopo 10 anni al Milan avevo voglia di nuovi stimoli".

Pirlo, possibile contestazione in occasione della partita d'addio a San Siro

Basteranno le parole d'amore nei confronti del Milan a ricucire lo strappo con i tifosi rossoneri? Solo il tempo e il 21 maggio arriveranno le risposte a questa domanda. In occasione della sua partita d'addio a San Siro infatti, i tifosi del "Diavolo" hanno preparato la contestazione nei confronti dell'ex calciatore. Alcuni sostenitori infatti hanno già fatto trapelare di avere intenzione di "boicottare" l'ultimo match della grande gloria del calcio italiano con cori e striscioni, non avendo digerito, oltre al trasferimento alla Juve, anche le sue dichiarazioni considerate poco rispettose nei confronti del Milan.

Perché i tifosi del Milan ce l'hanno con il grande ex Pirlo

Se già il trasferimento in bianconero non è mai stato digerito fino in fondo, non sono state gradite nemmeno le dichiarazioni di Pirlo nella sua autobiografia. In particolare quelle relative al suo mancato approdo al Real, una squadra in cui Pirlo avrebbe voluto giocare, lasciando il Milan. Senza poi dimenticare nemmeno le parole sul caso del rigore concesso ai bianconeri nel finale della sfida della scorsa stagione per un fallo di mano molto dubbio di De Sciglio. In quell’occasione Pirlo si schierò dalla parte dell’arbitro facendo arrabbiare i tifosi del Milan che chiesero addirittura la rimozione del suo nome dalla hall of fame del club