Perché il Manchester United è stato sconfitto dal Wolverhampton nell'ultimo turno di Premier League? Colpa dell'autorete di Smalling, o dell'espulsione di Young, che hanno complicato i piani dei Red Devils? In realtà per i tabloid inglesi la colpa per il ko dei Red Devils sarebbe da attribuire ad un allarme antincendio. Un imprevisto che avrebbe disturbato il riposo pomeridiano degli uomini di Solskjaer che poi in campo hanno deluso le aspettative.

Perché il Manchester United è stato sconfitto dal Wolverhampton, colpa dell'allarme antincendio

Nell'ultimo turno infrasettimanale di Champions, il Manchester United è stato sconfitto 2-1 dal Wolverhampton. Una serata storta per la formazione di Solskjaer, su cui avrebbe inciso in maniera decisiva, quanto accaduto nel pre-partita. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, ci sarebbe stato un imprevisto nel lussuoso albergo Mount Hotel Country Manor (hotel 4 stelle da quasi 100 euro a notte) che ospitava i Red Devils: per ben due volte nel pomeriggio è scattato l'allarme antincendio che inevitabilmente ha rovinato il riposo di Pogba e compagni nelle ore precedenti al match.

United stanco e nervoso, l'espulsione di Young e l'autogol di Smalling lo condannano

Effettivamente i giocatori del Manchester United, non hanno sfoderato la migliore partita dimostrandosi anche abbastanza stanchi. Dopo il vantaggio di McTominay, gli ospiti sono crollati. Prima il pareggio di Diogo Jota e poi lo sfortunato autogol di Smalling. Red Devils abbastanza nervosi, come confermato dal rosso conquistato da Young per un doppio giallo. Probabilmente dunque quanto accaduto in albergo ha realmente inciso sulla condizione dei calciatori di Solskjaer. Ora bisognerà cercare di vivere un finale di stagione in crescendo per cercare di conquistare quella zona Champions distante due punti (anche se l'Arsenal deve recuperare una gara)