Pelé incorona Kylian Mbappé. Ci sono parole che valgono forse più di un trofeo e quelle spese dal leggendario brasiliano nei confronti di quello che potrebbe essere il suo erede hanno un peso specifico notevole. In un'intervista a France Football, O'Rey ha parlato della stella del Psg e della nazionale francese che nonostante la giovane età ha già dimostrato di avere le stigmate del predestinato e del campione del futuro.

Neymar incorona Kylian Mbappé, può essere il suo erede

In un'intervista rilasciata a France Football, Pelé ha parlato di quello che in molti considerano il suo erede. Impossibile non vedere similitudini tra la velocità, la sfrontatezza, il talento e la fisicità del leggendario brasiliano e quelle mostrate nella sua prima parte di carriera da parte del classe 1998. Queste le parole della grande gloria: "Penso che Mbappé possa diventare il nuovo… Pelè. Kylian ha vinto la Coppa del Mondo a 19 anni, io ho alzato la Coppa al cielo quando ne avevo solo 17. Mi sono avvicinato e gli ho detto che mi aveva quasi eguagliato. Credo che possa diventare davvero il nuovo Pelé. Molti pensano che la mia è un’'affermazione solo per essere gentile, ma non è uno scherzo".

Pelé, bastone e carota per Neymar

Una carezza dunque per la giovane stella del Paris Saint Germain che piace alla Juventus da parte di Pelé. E a proposito di Psg e di Brasile, impossibile non spendere parole su un compagno di squadra, altrettanto celebre, di Kylian Mbappé. Si tratta del brasiliano Neymar. Nei confronti del suo connazionale, Pelé utilizza il bastone e la carota, ecco spiegato il perché: "Quello che faccio è per il suo bene, voglio il meglio per lui e per la nostra Nazionale. Farò tutto il possibile per aiutarlo e farlo migliorare ancora. La gente pensa che io lo critichi troppo, ma un padre non critica mai, educa. Quando dico che è la nostra creatura, è perché lo consideriamo un figlio del Brasile".