Cento partite giocate nella Liga a 24 anni, buona reattività tra i pali, capacità di dare ‘confidenza' alla palla anche coi piedi. E' così che si presenta Pau Lopez, nuovo portiere della Roma e in arrivo dalla Spagna. Archiviata l'esperienza negativa di Olsen, i giallorossi colmano una casella rimasta scoperta, in attesa di formalizzare anche la transazione con l'Atalanta per il difensore, Mancini, erede di Manolas passato al Napoli. Le ultimissime notizie di calciomercato raccontano della trattativa in tempo reale che s'è chiusa nella notte e che, ad oggi, rappresenta il primo colpo del nuovo direttore sportivo, Petrachi. Giunge dal Betis Siviglia al costo di circa 28 milioni di euro, somma alla quale si arriva considerando i 20 da versare nelle casse degli andalusi più i 7.5 relativi alla restituzione della percentuale della futura rivendita di Sanabria.

Chi è Pau Lopez, il colpo di mercato della Roma

Pau Lopez ha 25 anni è alto 190 cm e tra le caratteristiche che lo contraddistinguono c'è l'abilità nelle uscite basse. Il rapporto qualità/prezzo lo rende un acquisto importante per il club capitolino che piazza tra i pali l'estremo difensore capace di guadagnare anche la fiducia della nazionale iberica (il 18 novembre 2018 l'esordio in Nations Legaue in occasione della gara contro la Bosnia) nonostante si trovi davanti De Gea (Manchester United) e Kepa (Chelsea). Lopez è reduce da una stagione al Betis Siviglia dopo un'esperienza all'Espanyol che lo volle subito in prima squadra dopo averne apprezzato il rendimento nella ‘formazione b' di Segunda division: 14 clean sheet gli valsero il salto in prima squadra, è il momento migliore per il giocatore che sembra pronto a spiccare il volo ma i 6 gol incassati contro il Real Madrid lo riporteranno sulla terra.

Pochettino lo volle al Tottenham, Setien lo ha messo fuori squadra

La personalità non gli manca di certo… Pau Lopez ha quello che alcuni definiscono un ‘bel caratterino': tanto determinato in campo quanto a tratti spigoloso nello spogliatoio. Chiedete pure al tecnico, Quique Setien, che l’ha messo fuori rosa in 3 degli ultimi 4 incontri in seguito ad alcune incomprensioni. Chi, invece, riuscì ad addomesticarne la personalità fu Mauricio Pochettino che lo volle al Tottenham ma il viaggio dall'altra parte della Manica non fu molto fortunato: appena 7 presenze tra le fila della formazione Under 23, nessuna in prima squadra. Quanto basta per tornare in Spagna, adesso lo attendono la Roma e il calcio italiano.