L'ultimo messaggio scritto da Emiliano Sala risale a un giorno fa. L'attaccante, sorridente, era in palestra assieme ad alcuni compagni di squadra. S'era recato nel centro sportivo Joneliére per salutare tutti prima di imbarcarsi sul volo che avrebbe dovuto condurlo a Cardiff. Aveva scelto il club del Galles per continuare la propria avventura di calciatore-goleador ma di lui non si hanno più notizie: dalle 21 di ieri sera, lunedì 21 gennaio, l'aereo privato a bordo del quale viaggiava è sparito dai radar mentre sorvolava il Canale della Manica nei pressi del faro di Casquets. E' stato allora – come raccontato dagli inquirenti – che si sarebbero interrotte le comunicazioni radio con il pilota del Piper Malibu partito da Nantes. "Non ci sono avvistamenti", hanno fatto sapere le autorità impegnate nelle operazioni di ricerca del velivolo: per adesso le squadre dei soccorritori si sono concentrate nelle zone di Guernsey e Alderney (isole del canale della Manica).

Grazie per tutto @FCNantes. Grazie ai sostenitori e ai miei compagni di squadra per il sostegno che ho sempre ricevuto da parte vostra. Grazie anche allo staff del club e ai dipendenti che mi hanno sempre fatto sentire a casa qui. Non lo dimenticherò – si legge nel post su Instagram -. Sono orgoglioso di aver indossato i colori del club e vi auguro il meglio per il futuro.

Emiliano Sala, 28 anni, nazionalità argentina e di origini italiane, ha trascorso tutta la propria carriera tra Bordeaux, Orleans e Caen. Indossava la maglia del Nantes dal 2015 e nell'ultima stagione di Ligue 1 – prima del trasferimento al club gallese – ha segnato 12 gol in 19 partite. Il suo trasferimento era stato annunciato sabato scorso: costo dell'operazione, 17 milioni di euro. Una somma altissima per la società gallese. "Sono felicissimo di aver firmato per il Cardiff e di approdare in Premier League – aveva scritto il calciatore nella classica foto di rito al momento della presentazione -. So che la sfida sarà difficile ma insieme ce la faremo".