Neymar sarà costretto a restare a lungo ai box a causa di un infortunio. Una situazione che non impedirà al brasiliano di festeggiare in grande stile il 27° compleanno. Il prossimo 5 febbraio, O'Ney celebrerà il tutto con un party eccezionale in quel di Parigi. Un appuntamento mondano che si preannuncia da record, impreziosito dalla presenza di parenti, colleghi e vip. Chi organizzerà la festa di compleanno di Neymar? La Red Bull che come da accordi di contratto con il giocatore dovrà organizzare l'evento fino ad un massimo di 500 invitati.

Neymar, la super festa di compleanno la organizza lo sponsor

Il 5 febbraio sarà il Neymar-day a Parigi. Il brasiliano spegnerà 27 candeline sulla torta e festeggerà in grande stile il 27° compleanno. Un evento eccezionale, a cui parteciperanno parenti, compagni di squadra, connazionali, colleghi, e celebrità. Un party che si preannuncia super e che ha catalizzato l'attenzione dei tabloid transalpini e non solo. Ad organizzare la festa per il 27° compleanno di Neymar sarà uno dei top sponsor del giocatore ovvero la Red Bull. Alla luce degli accordi contrattuali con O'Ney lo sponsor curerà l'evento (che prevede fino ad un massimo di 500 invitati), nei minimi dettagli, prendendosi carico di tutte le spese, per assecondare tutte le richieste di Neymar.

Neymar al lavoro per il recupero, l'obiettivo è quello di anticipare i tempi di recupero

Mentre la Red Bull dunque curerà i dettagli della festa di compleanno di Neymar, il calciatore potrà esprimere tutti i suoi desideri continuando a lavorare sul recupero. L'obiettivo del brasiliano è quello di provare ad anticipare i tempi previsti per il rientro in campo. Nella sfortunata sfida di Coppa di Francia contro lo Strasburgo, Neymar ha rimediato un nuovo infortunio al piede destro, con la lesione del quinto metatarso. Necessario dunque un periodo di riposo di 8-10 settimane che gli impedirà di prendere parte al confronto con il Manchester United in Champions League. Una tegola per mister Tuchel che ha commentato così il forfait del suo campione: "Chiedete a Valverde se è complicato giocare senza Messi o ad Allegri se è difficile giocare senza Ronaldo. E' chiaro che è complicato fare a meno di Neymar".