Doccia fredda, anzi gelata per Neymar. La stagione del brasiliano, in precedenza compromessa a causa di un infortunio, si è conclusa in anticipo a causa della squalifica rimediata per la manata ad un tifoso. Come se non bastasse, l'attaccante non potrà prendere parte nemmeno alla festa scudetto in programma sabato sera al Parco dei Principi in occasione dell'ultima gara di campionato contro il Dijon. Il motivo? Il verdetto del Giudice sportivo che gli impedisce di fatto di calpestare il terreno di gioco in qualsiasi circostanza.

Che beffa per Neymar, non potrà festeggiare lo scudetto sul campo con il Psg

Una vera e propria beffa per Neymar. L'attaccante brasiliano non potrà prendere parte alla festa per il titolo di campioni di Francia che il Psg potrà celebrare nel post partita della sfida contro il Dijon in programma sabato sera al Parco dei Principi. Dopo il fischio finale, la formazione di Tuchel potrà celebrare la vittoria dello scudetto con una premiazione sul terreno di gioco. Una festa a cui però non parteciperà la stella sudamericana. Il motivo? La squalifica rimediata da Neymar dopo la manata ad un tifoso.

Perché Neymar non potrà festeggiare il titolo con il Psg

Secondo quanto riportato da AS, la Federcalcio francese ha spiegato al Psg il perché Neymar non potrà prendere parte alla festa per lo scudetto dopo l'ultima gara della stagione. L'attaccante ha ricevuto una squalifica di 3 turni a causa di una manata rifilata ad un tifoso in occasione della finale di Coppa di Francia. Un provvedimento che impedisce al giocatore di calpestare il terreno di gioco non solo in occasioni delle partite ma anche per esempio delle celebrazioni per la vittoria. Ecco allora che l'ex Barcellona sarà costretto a fare da spettatore alla festa in campo dei suoi compagni per il titolo nazionale. Una situazione paradossale per un calciatore che in Francia ha segnato gol a raffica, ma non è riuscito ad incidere in Europa, anche a causa di gravi infortuni e atteggiamenti sopra le righe.