Prosegue la contestazione ai giocatori del Napoli da parte del tifo organizzato azzurro. Un messaggio duro e perentorio è stato riservato ai calciatori della squadra di Ancelotti, protagonisti dopo il pareggio interno in Champions col Salisburgo dell'ormai noto ammutinamento. Quattro striscioni dall'identico contenuto sono stati esposti in altrettanti punti della città partenopea. Il testo risuona come un avvertimento: "Avete scelto una brutta strada, rispettate chi questa maglia la ama e vi paga!".

Napoli, nuovi striscioni in città di contestazione ai giocatori dopo l'ammutinamento

Dopo la contestazione di ieri al San Paolo in occasione dell'allenamento a porte aperte, i tifosi del Napoli hanno fatto sentire nuovamente la propria "voce". Atmosfera calda nel capoluogo campano, con il tifo organizzato che si è schierato contro i giocatori dopo che questi ultimi si sono rifiutati di tornare in ritiro nel post Champions. Questa mattina, sono spuntati in diversi punti della città 4 striscioni molto duri contro la squadra che domani sera affronterà in casa il Genoa, in un match che si preannuncia molto caldo sugli spalti.

Cosa c'è scritto negli striscioni esposti a Napoli contro i giocatori

"Avete scelto una brutta strada, rispettate chi questa maglia la ama e vi paga!", queste le parole degli striscioni a firma Curva A, che sono stati esposti sul lungomare Caracciolo, vicino al Museo Nazionale, davanti al Maschio Angioino e all'esterno dello stadio San Paolo. Una sorta di "avvertimento" riservato ai giocatori del Napoli, affinché tornino repentinamente sui "propri passi" (per il momento Ancelotti ha riportato il gruppo in ritiro), sia a livello di atteggiamento, e sia a livello di prestazioni alla luce degli ultimi risultati deludenti.

Atmosfera incandescente alla vigilia di Napoli-Genoa

Una vigilia di Serie A dunque a dir poco turbolenta per un Napoli che non potrà commettere passi falsi nella sfida contro il Genoa in programma sabato sera al San Paolo. Un San Paolo che sembra intenzionato a far sentire la propria voce nei confronti dei giocatori, finiti sul banco degli imputati dopo l'ammutinamento. Il tutto aspettando le sanzioni di De Laurentiis che potrebbe presto ufficializzare una corposa multa nei confronti della squadra.