Se in casa Roma i tifosi si coccolano Nicolò Zaniolo, dalle parti di Napoli il giovane in prima pagina è invece Alex Meret. Il ventunenne portiere friulano, dopo aver messo alle spalle i problemi fisici, ha nuovamente mostrato tutta la sua bravura nel match di Europa League contro lo Zurigo. Se la squadra di Ancelotti conserva intatte le chance di passaggio del turno, lo deve infatti anche alle parate dell'ex Udinese: specialmente quella al 92esimo, dopo la traversa e il tap-in di Khelifi.

"Quella nel finale è stata importante perché il 3-2 poteva essere un risultato un po' rischioso per il ritorno, anche se abbiamo dimostrato di essere superiori – ha spiegato Meret in mixed zone dopo la gara di Zurigo – Peccato per il gol che abbiamo preso, ma in generale abbiamo fatto una buona prestazione e siamo contenti".

I complimenti di De Laurentiis

A rincuorare la tifoseria napoletana, intristita dall'addio di Marek Hamsik, è dunque arrivata la vittoria in Europa League e l'ennesima conferma del portiere fortemente voluto da Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti: "Nell’ultima parte di gara siamo calati d’intensità e loro hanno avuto qualche occasione in più – ha aggiunto Meret – Non dobbiamo più ripeterlo perché rischiamo di complicare il passaggio del turno che fino ad ora stiamo meritando. Non dobbiamo pensare agli altri, ma a noi stessi, fare del nostro meglio. Col Torino daremo tutto per portare a casa la vittoria".

Il prossimo impegno degli azzurri al San Paolo, vedrà nuovamente protagonista Meret tra i pali della formazione partenopea. Dopo l'inevitabile alternanza con Ospina, il ragazzo di Udine si è infatti conquistato la titolarità del ruolo. Il tutto per la gioia del presidente campano: "Non ho mai avuto dubbi, altrimenti non lo avrei pagato così tanto – ha detto De Laurentiis nello scorso dicembre – Meret è straordinario, educato ed eccellente. Mi fa piacere giochi nel Napoli".