Napoli-Milan non poteva essere una sfida come tutte le altre per Lorenzo Insigne. Nel suo stadio, davanti alla sua gente, "il magnifico" ha messo da parte in campo la delusione per la mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. Un flop dal sapore speciale per lui che avrebbe voluto garantire il suo contributo in campo e che invece è stato regalato in panchina dall'ormai ex ct Ventura. Una panchina che Insigne con il Napoli non occupa praticamente mai.

Insigne stakanovista del Napoli.

Le incomprensioni del passato con Maurizio Sarri e con i tifosi sono ormai un lontano ricordo per Lorenzo Insigne che da un anno è un perno per la formazione azzurra. In occasione di Milan-Napoli, Insigne ha giocato la 57a partita da titolare. Conferma di un momento di forma e di una crescita eccezionale per un calciatore la cui ultima panchina è datata 23 ottobre 2016. E pensare che l'attaccante è sceso in campo anche in occasione del confronto con l'Inter nonostante un problema muscolare accusato pochi giorni prima.

Rendimento in crescendo per Insigne.

E il rendimento del calciatore ex Pescara è stato sempre all'altezza della situazione, dato che rende ancor più inspiegabile il suo mancato utilizzo in Nazionale: 41 le presenze nel periodo in questione, con 21 gol all'attivo. In Champions invece 11 le partite messe a referto, con 4 gol, mentre in Coppa Italia 4 presenze e 1 gol all'attivo. Un totale dunque di 56 (+1, sabato sera) gettoni per uno dei senatori della squadra di Sarri.

Presenze e minutaggio di Insigne in stagione in Serie A (fonte Transfermarkt)in foto: Presenze e minutaggio di Insigne in stagione in Serie A (fonte Transfermarkt)

Voglia di scudetto con il Napoli.

E la speranza è quella di trasformare la delusione per il flop in Nazionale in ulteriore voglia di vincere con il Napoli. D'altronde lo stesso Insigne con le ultime dichiarazioni, dopo aver chiesto scusa agli italiani, si è detto pronto a lottare per lo scudetto con la sua squadra di club: "Dispiace non andare ai Mondiali. Ci abbiamo messo l'anima fino alla fine. Chiediamo scusa all'Italia, ci rifaremo la prossima volta. Disposto a prendere il testimone dai veterani? Io mi metto sempre a disposizione. Se avrò questo compito spero di essere all'altezza e di portare l'Italia sempre più in alto. Napoli da scudetto? Faremo di tutto per festeggiare a maggio".

La scheda di Lorenzo Insigne (fonte Transfermarkt)in foto: La scheda di Lorenzo Insigne (fonte Transfermarkt)

Cecchino del Milan.

Quattro gol e altrettanti assist: è questo il bottino del ‘Magnifico' in Serie A finora. Il poker lo ha calato nell'anticipo di campionato contro il Milan, quando ha battuto Donnarumma dopo un contropiede perfetto, micidiale e condotto sul filo del fuorigioco. Del resto quando vede rosso(nero) sembra avere una carica spaeciale: in 10 match di Serie A contro il ‘diavolo' – come rilevato dalla Opta – ha segnato 6 gol, almeno due in più che contro ogni altra squadra.