L'attesa sta per Arek Milik sta per finire. Lo sfortunato attaccante polacco, bloccato per due volte da infortuni molto seri, lavora già con il gruppo e non vede l'ora di dare una mano ad Hamsik e compagni per la volata tricolore. Nelle ultime ore si è parlato molto di lui, anche per una polemica nata dalle parole del responsabile dello staff medico partenopeo Alfonso De Nicola. Una dichiarazione che ha generato ulteriori preoccupazioni tra i tifosi del Napoli e una repentina precisazione dello stesso diretto interessato.

"Ho letto da più parti di aver dichiarato ieri che il giocatore Milik avrebbe "problemi mentali", ma purtroppo il senso delle mie parole è stato frainteso – ha dichiarato De Nicola attraverso i suoi canali ufficiali – La mia intenzione era quella di sottolineare come sia assolutamente normale che qualunque ragazzo di 24 anni che subisca un duplice intervento al ginocchio dopo il secondo infortunio abbia bisogno del giusto tempo per ritrovare la migliore condizione psicofisica. In questi casi è naturale che tutti consiglino all'atleta di avere maggiore prudenza".

Sarri non vede l'ora di far giocare il polacco

Dopo aver subito gettato acqua sul fuoco, il medico partenopeo ha inoltre confermato che l‘attaccante di Maurizio Sarri sta procedendo nel suo lavoro di recupero rispettando il piano stabilito dello staff medico azzurro: "Arek sta facendo un ottimo percorso, è ben seguito e molto determinato – ha concluso De Nicola – Sono certo che presto potrà dare il suo prezioso supporto alla squadra".

Maurizio Sarri sospira e aspetta il suo giocatore, come ha confermato nell'immediata vigilia del match europeo perso con il Lipsia: "Arek è in netta crescita, ma deve dirmi lui quando è disponibile a giocare uno spezzone e io farò di tutto per farglielo giocare, ma lui ancora non me l'ha detto e io lo rispetto".