Una vittoria che ci toglie un po' di peso addosso, c'è stata molta attenzione e applicazione ma anche timore e tensione. Poi il gol di Milik ci ha sbloccato, siamo stati più sciolti nel gioco.

Carlo Ancelotti ha analizzato così la vittoria in casa del Chievo Verona da parte del Napoli. L'allenatore del club azzurro, ai microfoni di Sky, si è soffermato su quanto sta facendo la sua squadra e sulla riunione che i calciatori hanno indetto ieri in hotel per provare ad uscire tutti insieme da questo momento non felice:

La riunione in albergo? È giusto così, si soffre tutti in questo momento ed è importante stare tutti uniti, questo è un gruppo molto sano. Ora dobbiamo concentrarci sulla partita di giovedì, tutti insieme, mi aspetto un grande aiuto del pubblico e ci proveremo con tutte le energie.

Sulla partita contro il Chievo Ancelotti ha fatto capire che voleva una prova di carattere ma ha preservato qualche calciatore in vista del ritorno di Europa League:

Volevo mettere una formazione affidabile sotto l'aspetto caratteriale, è vero anche che c'era difficoltà nel recupero avendo giocato giovedì e viaggiato. La squadra ha reagito, ora scegliere la formazione per giovedì sarà difficile ma credo ce la farò.

Sull'Arsenal: Sorpresi dalla loro pressione iniziale

Il tecnico di Reggiolo ha parlato della sfida contro Gunners e ha cercato di mettere dei paletti sulle situazioni in cui ha subito la sua squadra all'andata e dove dovrà migliorare giovedì:

All'andata siamo stati sorpresi dalla loro pressione iniziale, abbiamo insistito ad uscire palla al piede invece di giocare più lungo. Ora dipende dal loro atteggiamento, che sarà meno aggressivo e noi dovremo giocare più in verticale.

Su Milik: Sta facendo bene, niente voci sull'attaccante in estate

Infine Carletto ha parlato di Arek Milik, al suo 17° goal in campionato (20° stagionale), e lo ha elogiato anche in prospettiva mercato: "Sta facendo bene, così non ci saranno voci in estate sull'arrivo di un attaccante".