Alvaro Morata sta facendo le fortune di Conte e sta confermando tutto il suo valore. Del Chelsea è già un beniamino grazie ai sette gol segnati in nove partite giocate, quattro nelle ultime due partite, ma l’inizio con i Blues non è stato spettacolare, anzi è iniziata malissimo la sua avventura con il Chelsea con un rigore fallito nella Community Shield, che ha condannato alla sconfitta la sua squadra. Nei giorni successivi a quell’errore Morata è stato così giù che nemmeno la sua Alice, la donna che ha sposato pochi mesi fa, lo sopportava.

Morata, il rigore fallito e la moglie che non lo voleva a casa

Lo scorso 6 agosto a Wembley si è disputata la finale della Community Shield tra Arsenal e Chelsea. La squadra di Conte era favorita e dopo il gol di Moses ha mantenuto il vantaggio fino all’84’ quando Kolasinac ha battuto Courtois. Il match si è deciso ai rigori, calciati con il nuovo sistema ABBA.

Dopo il primo centro di Cahill, segnano per l’Arsenal Walcott e Monreal. Courtois calcia alle stelle, quando Morata va sul pallone la situazione è complicata. L’ex juventino calcia malissimo e manda il pallone fuori. Oxlade-Chamberlain e Giroud fanno il loro dovere. L’Arsenal conquista il trofeo. Morata viene subissato dai critiche e risente di quelle parole. Oggi che ha trovato il ritmo giusto con il Chelsea il giocatore ha parlato di quei giorni sofferti e ha detto che dopo quel rigore nemmeno Alice, la ragazza italiana sposata lo scorso giugno, non lo sopportava più: “Ho sofferto tanto per il rigore sbagliato e anche nei due giorni successivi credo di essere stato quasi insopportabile, tanto che mia moglie non vedeva l’ora che uscissi di casa”.


Capocannoniere della Premier League

Adesso, come dimostrano spessissimo sui social, Alvaro e Alice hanno ritrovato il loro meraviglioso feeling, principalmente perché si amano, ma anche perché Morata ha capito esattamente gli schemi di Conte ed è tornato il bomber di sempre. Sei gol in campionato, e primato nella classifica cannonieri con Aguero e Lukaku, un gol pesantissimo contro l’Atletico Madrid in Champions League e l’armonia è tornata anche in casa Morata.