I ragazzini terribili dell'Italia Under  20 sono pronti a scendere in campo contro il Mali nel match valido per i quarti finale dei Mondiali di categoria. Dopo aver battuto la Polonia, la formazione di Nicolato al Tychy Stadium affronterà la rappresentativa africana reduce dal bel successo ai rigori contro l'Argentina. Gli azzurrini finora protagonisti di un percorso impeccabile, con un solo gol subito, dovranno fare i conti con una formazione molto fisica capace di segnare finora 9 reti.

https://twitter.com/Vivo_Azzurro
in foto: https://twitter.com/Vivo_Azzurro

Italia-Mali, la super difesa azzurra contro l'attacco africano

Italia-Mali è la sfida valida per i Mondiali Under 20 in programma domani venerdì 7 giugno al Tychy Stadium (ore 18.30, diretta su Rai 2 e Sky Sport). Una sfida intrigante quella tra gli azzurrini reduci da 3 vittorie (Messico, Ecuador e Polonia) (come il Senegal) e un pareggio (Giappone), con un solo gol all'attivo, e gli africani che finora hanno hanno realizzato due vittorie (Arabia Saudita e Argentina), un pareggio (Panama) e una sconfitta (Francia) segnando 9 reti. Lecito aspettarsi un match divertente tra una squadra compatta e quadrata, come quella di Nicolato, e una più votata all'attacco, abile a sfruttare le ripartenze. Di certo l'Italia dovrà stare molto attenta visto che sia contro l'Arabia che con l'Argentina i maliani sono stati abili a vincere in rimonta.

Pinamonti, il gruppo è la forza dell'Italia Under 20

Sicuramente potrebbe pesare sulle gambe del Mali, il minor tempo di recupero rispetto agli azzurri e la battaglia con l'Argentina che si è protratta fino ai rigori. Paolo Nicolato non si fida della stanchezza degli avversari: "Mali stanco? Non ci giurerei, è una squadra dalle risorse infinite e che domani potrebbe aver tranquillamente recuperate le energie spese nella gara contro gli argentini. In ogni caso noi penseremo al nostro gioco e ci avvarremo delle capacità tecniche e di palleggio dei miei giocatori".  Sulla stessa lunghezza d'onda il capitano Bomber Pinamonti: "Cercheremo di metterli in difficoltà, cercando dei varchi nella loro difesa che non è certamente il loro punto di forza (8 i gol subiti finora). Ma soprattutto ci affideremo alla coesione del nostro gruppo, una forza che sta crescendo partita dopo partita".

Cosa c'è da sapere su Italia-Mali

Gli azzurrini dovranno fare attenzione ai tanti giocatori diffidati, ben 11 (Gabbia, Ranieri, Delprato, Scamacca, Pellegrini, Capone, Bellanova, Frattesi, Alberico, Esposito, Tripaldelli). Con un altro giallo rischierebbero l’esclusione dalle semifinali. Ma le buone notizie arrivano dall’infermeria con il recupero di Davide Bettella che domani potrebbe dare una mano ai suoi compagni di squadra. Il Mali recupera invece due calciatori che per squalifica hanno saltato l'Argentina, ovvero Konate e Camara, difensore ed esterno di centrocampo, pedine importanti nello scacchiere del coach Mamotou Kane che sembra intenzionato a confermare il 4-2-3-1 contro il 3-5-2 dell'Italia.