Tensione, paura e quel senso d'angoscia che ti prende quando ti senti braccato. Wanda Nara è una donna nel mirino, per la maggior parte dei tifosi dell'Inter è considerata il pomo della discordia, la causa di tutti i mali dei nerazzurri e soprattutto del rendimento negativo del marito – di cui è anche agente – da quando la querelle contrattuale ha preso il sopravvento su ogni cosa.

Per lei Mauro Icardi è stato messo all'angolo dalla squadra, dalla società e dall'allenatore: a tutti non sono piaciute le esternazioni della consorte sui social come in tv. Per lei l'attaccante argentino ha messo in gioco una buona fetta di carriera e capire cosa potrà accadere di qui a giugno è un rompicapo perché la situazione è in continua evoluzione: resta a Milano e con quale clima, a giudicare da quanto sta accadendo? verrà ceduto e a quale prezzo? l'Inter incasserà i 110 milioni della clausola rescissoria (valida nei primi 15 giorni di luglio) oppure tratterà sul prezzo?

Minacce, sassata, pedinamenti: cosa sta succedendo

Perplessità che si mescolano all'ansia generata dagli ultimi episodi. Prima gli sms di minacce diretti a persone vicine alla famiglia. Poi sabato mattina l'auto di Wanda Nara è stata colpita da un sasso lanciato da ignoti. A bordo del veicolo c'erano anche i suoi figli, per fortuna nessuno ha riportato lesioni. La pietra sarebbe stata scagliata da un'altra vettura (racconta il Corriere della Sera), una delle tre che avrebbero pedinato la moglie di Icardi. Più tardi la donna ha rivelato anche di essersi sentita seguita da qualcuno nei pressi della sua abitazione. L’avvocato Giuseppe Di Carlo, legale di fiducia, ha fatto denuncia alla Questura di Milano di queste anomalie notate di recente. 

Parteciperà ancora alla trasmissione Tiki Taka?

Che sia suggestione o meno non è dato saperlo con certezza al momento ma è un segnale, l'ennesimo di come la situazione sia divenuta incandescente e sia necessaria anzitutto una ‘pax mediatica'. Ecco perché a Mediaset valutano la possibilità che Wanda non prenda parte alla trasmissione Tiki Taka, almeno non direttamente ma con un contributo registrato. Stop alle chiacchiere e alle parole (troppe) in libertà, meglio scegliere il silenzio – come ammesso polemicamente dallo stesso Icardi in un post su Instagram – anche se è dura considerati i tweet e i post che si succedono da qualche giorno. Uno degli ultimi fa riferimento a un botta e risposta piccato tra Mauro Icardi e sua sorella.

La telefonata di solidarietà di Marotta a Wanda Nara

Giuseppe Marotta, neo amministratore delegato dell'Inter, e nuovo reggente delle scelte gestionali del club, ha chiamato Wanda Nara per esprimerle la sua solidarietà e quella della società (come riporta la Gazzetta dello Sport). Tensione, paura. Brutto clima, sperando si rassereni in fretta.