Sono appena partite le 72 ore che possono decidere le sorti di questa sessione di mercato. Se è vero, infatti, che manca ancora un mese per la chiusura del mercato per Serie A, Liga, Bundesliga e Ligue 1, è vero anche la chiusura anticipata del mercato in entrata di Premier League (al momento la Lega più ricca al mondo), prevista alle ore 17 dell’8 agosto 2019 potrebbe frenare il flusso dei trasferimenti soprattutto per quel che riguarda i calciatori di alto e altissimo livello.

Milinkovic-Savic, Mandzukic, Lukaku: i tre giorni che decidono il mercato

È legato al mercato della Premier League infatti il futuro di tanti campioni che attualmente militano in Serie A ma che sembrano esser già con le valige in mano: è il caso del centrocampista serbo della Lazio Sergej Milinkovic – Savic per il quale il patron Lotito non accetta offerte inferiori ai 70/80 milioni di euro e finito in cima alla lista del Manchester United. Mercato dei Red Devils legato a quello italiano anche per altre situazioni sia in uscita che in entrata: si pensi agli obiettivi di Inter e Juventus, Romelu Lukaku e Paul Pogba (difficile credere che a mercato chiuso gli inglesi si privino di uno dei due top players senza avere la possibilità di sostituirlo), o ai possibili acquisti di Mario Mandzukic e Blaise Matuidi dai bianconeri che potrebbero poi investire il gruzzoletto per completare la rosa a disposizione di Maurizio Sarri con un ultimo colpo da novanta (difficilmente squadre non inglesi al momento si potrebbero permettere di investire tanto, tra ingaggio lordo e prezzo d’acquisto, per due over 30). Legato al mercato inglese anche la cessione di Joao Cancelo al Manchester City che però sembra in dirittura d’arrivo con il brasiliano Danilo (+ 35 milioni bonus compresi) a fare il viaggio inverso.

Non solo Juve: countdown anche per Inter e Roma

La chiusura del mercato Oltremanica non interessa però soltanto la Juventus. Anche per l’Inter che, oltre all’affare Lukaku, vorrebbe cedere Mauro Icardi e Ivan Perisic (anche in questo caso lontano dalla Premier League sono poche le squadre europee a potersi permettere l’investimento), ha fatto partire con ansia il countdown che terminerà giovedì prossimo alle 17. Lo stesso vale per la Roma che ha ancora ben nove calciatori in esubero da piazzare: N’Zonzi, Gonalons, Karsdorp, Schick, Olsen, Pastore, Bianda, Coric e Defrel (che sembra però vicinissimo al trasferimento a Cagliari) a cui si potrebbe aggiungere anche Edin Dzeko, soprattutto se i nerazzurri non dovessero riuscire a prendere Lukaku entro giovedì.

Ore di attesa anche in Liga e Ligue 1

La chiusura del mercato inglese potrebbe inoltre frenare anche il mercato degli altri top club europei con il Real Madrid che deve ancora piazzare Gareth Bale e James Rodriguez (offerto al Manchester United per Pogba con un conguaglio di 30 milioni di euro), o il Psg che sta pensando di cedere Neymar (a quel punto le squadre potenzialmente in grado di investire sul brasiliano rimarrebbero davvero pochissime per la gioia del Barcellona). Alle 17 dell’8 agosto dunque il mercato per Serie A, Liga, Bundesliga e Ligue 1 non terminerà, ma di certo sarà allora che molti dei piani di mercato dei top club andranno europei andranno rivisti. Se non si muovono le sterline, l’euro infatti rischia di bloccarsi.