Il pareggio contro l'Udinese e la serata da tregenda per gli infortuni. Il Milan perde pezzi e punti preziosi nella corsa alla Champions. A San Siro i rossoneri trovano il vantaggio con Piatek ma nella ripresa subiscono il pareggio dei friulani che affondano il colpo in azione di contropiede. Dalla panchina Rino Gattuso fa una smorfia e sbotta: Kessié alza bandiera bianca un'ora prima della partita, Donnarumma finisce ko per un problema muscolare alla coscia destra (lesione al flessore) dopo una decina di minuti ("nella giornata di mercoledì ne valutiamo la situazione", fa sapere il tecnico) e, cosa peggiore, Paquetà si procura quella che il tecnico definisce "una brutta distorsione alla caviglia".

Gattuso: Paquetà non recupera per la Juve

Parole che non lasciano presagire nulla di buono e alimentano i timori sull'assenza del brasiliano (come del portiere) contro la Juventus (sabato alle 18). Le preoccupazioni maggiori sono legate alle condizioni del trequartista sudamericano, costretto a uscire dopo uno scontro di gioco con Behrami avendo riportato una distorsione tibio-tarsica. Lo stesso Gattuso ai microfoni di Milan Tv ha mostrato forte pessimismo. "Non credo recupererà per la Juve, domani farà la risonanza".

 

Oltre a Donnarumma e Kessiè preoccupa anche Suso

Non è finita, a completare il bollettino medico c'è lo spagnolo Suso: tutti si sono chiesti perché l'allenatore lo abbia lasciato in panchina, è lo stesso Gattuso a spiegarlo. "Suso ha preso una botta al collo di un piede – ha raccontato a Sky Sport -, sia ieri che stamattina non si è allenato, speriamo di recuperarlo per sabato". Quanto all'ivoriano c'è maggiore ottimismo, la sua assenza è stata preventivata a scopo precauzionale. "Una risonanza al ginocchio fatta questa mattina ha evidenziato un'infiammazione, non abbiamo voluto rischiarlo".