Tre calciatori finiti ko nella stessa serata. L'uno, Kessié, nemmeno è sceso in campo contro l'Udinese. Gli altri due, Donnarumma e Paquetà, sono stati costretti a chiedere la sostituzione per infortunio. Cosa si sono fatti? Quali sono le loro condizioni? Quali e quante gare salteranno? Sono queste le domande più ricorrenti da parte dei tifosi ma è forte il sospetto che nessuno dei tre (forse solo l'ivoriano ha qualche chance) possa essere a disposizione di Gattuso per la sfida clou contro la Juventus.

Franck Kessié, problema al ginocchio

Il primo nome della lista è Franck Kessié, il centrocampista ivoriano ha alzato bandiera bianca quando mancava circa un'ora all'inizio del match. La causa dello stop è stata un leggero risentimento al ginocchio. Non è un buon momento per l'ex mediano dell'Atalanta già protagonista in negativo per la lite con Lucas Biglia nel derby perso contro l'Inter. Multato e poi punito con la panchina in occasione della partita con la Samp, ha dato forfait anche contro friulani.

Donnarumma, infortunio muscolare

Tanto rocambolesco quanto sfortunato. E' l'infortunio capitato a Donnarumma nel corso della gara con l'Udinese. Nel tentativo di allontanare la palla per evitare l'intervento di Lasagna, il portiere del Milan avverte un dolore alla parte posteriore della coscia destra. Prova a restare in campo dopo le cure dello staff medico ma può farlo ancora per poco: chiama la sostituzione e al suo posto entra Pepe Reina. La risonanza magnetica chiarirà che a fermarlo è stata una lesione al flessore. Difficile che recuperi per la Juve

Distorsione alla caviglia per Paquetà

L'infortunio capitato a Paquetà è di natura traumatica. Il brasiliano s'è procurato una distorsione tibio-tarsica alla caviglia destra: dalle immagini si evince che l'articolazione dell'ex Flamengo ha una torsione innaturale e mette ko il centrocampista sudamericano, uscito dallo stadio in stampelle. Come Donnarumma, il brasiliano ha provato a tornare in campo ma invano (al suo posto Gattuso ha fatto entrare Samu Castillejo). Per conoscere l’entità dell’infortunio di tutti servirà attendere i test diagnostici che verranno svolti nella giornata di mercoledì.