Brutto periodo per Gianluigi Donnarumma: dopo ‘l'infortunio tecnico' di sabato scorso contro la Sampdoria, adesso l'infortunio fisico che lo ha costretto ad abbandonare il campo durante la partita contro l'Udinese. Non dura nemmeno dieci minuti la partita dell'estremo difensore rossonero che si volta verso la panchina e fa segno che non può più continuare. Perché non è riuscito a continuare? Il problema è di natura muscolare. Donnarumma ha avvertito un dolore mentre cercava di rinviare un pallone. Soccorso dallo staff medico il giocatore ha provato a stringere i denti, ma non ce l'ha fatta, e ha dovuto cedere il posto al suo vice Pepe Reina, all'esordio in campionato con i rossoneri. In serata il portiere ha effettuato gli esami e ha scoperto di aver riportato una lesione ai flessori. Probabilmente salterà la Juve.

Cosa è successo a Donnarumma in Milan-Udinese

Il portiere del Milan al 5′ è andato incontro a un pallone e lo ha rinviato per eludere la pressione di Lasagna. E' stato allora che avvertito la fitta alla parte posteriore della coscia. Donnarumma riprendendo la via dei pali ha sentito una fitta, zoppicando si è riposizionato, ma quando è arrivato in porta, si è seduto sul terreno di gioco e i medici rossoneri sono corsi da lui. Il numero uno milanista  aveva un viso sofferente, è stato valutato e ha continuato a giocare. Dopo altri sei minuti però il cambio c'è stato con Pepe Reina che lo ha sostituito.

Cosa si è fatto Donnarumma

Dopo il match tra Milan e Udinese Donnarumma ha effettuato una risonanza magnetica che ha evidenziato un problema ai flessori. La lesione al flessore della gamba destra dovrebbe impedirgli di giocare sabato prossimo contro la Juventus. Gattuso cercherà di recuperarlo, ma non sarà affatto semplice.

136 partite di campionato consecutive per Donnarumma con il Milan

Difficile capire adesso quanto dovrà fermarsi Donnarumma. Perché magari Gigio è uscito in tempo, non appena ha sentito il fastidio ha deciso di fermarsi. Ma non si può sapere se è davvero così. Alle porte c'è il match con la Juventus, in programma sabato 6 aprile (ore 18). Reina è pronto, ma Donnarumma ovviamente spera di esserci, così allungherebbe la sua serie portentosa. Perché da quando è stato lanciato titolare da Mihajlovic, tre anni e mezzo fa, ha giocato tutte le partite di campionato del Milan da titolare, e con quella di oggi sono 136 le partite consecutive in Serie A di Donnarumma.