Il nome di Cesc Fabregas è sempre più caldo per il calciomercato del Milan. Le ultime notizie raccontano di una trattativa avviata, grazie ai contatti tra la dirigenza rossonera e il centrocampista spagnolo che a fine stagione andrà in scadenza di contratto con il Chelsea. Le parti sembrano aver trovato l'intesa sulla durata del possibile vincolo che potrebbe legare Fabregas al Milan, anche se lo scoglio da superare è quello relativo all'ingaggio.

Cesc Fabregas-Milan, le ultime notizie di calciomercato

Il Milan dunque fa sul serio per Cesc Fabregas. Dopo l'emergenza a centrocampo per gli infortuni gravi di Biglia e Bonaventura, i rossoneri hanno messo nel mirino lo spagnolo in scadenza di contratto a fine stagione con il Chelsea. Le ultime notizie di calciomercato, raccontano di contatti avviati tra la dirigenza del Milan e il calciatore che sarebbe ben predisposto a trasferirsi in Serie A per una nuova esperienza professionale.

Milan, la trattativa per Fabregas. Il contratto e le cifre

Secondo quanto riportato da Sportmediaset, il Milan può contare dunque sulla volontà del giocatore che sarebbe pronto a firmare un contratto con il club del capoluogo lombardo di due anni e mezzo. L'ostacolo più alto per la trattativa è rappresentato dalle richieste economiche del centrocampista: Fabregas al Chelsea percepisce 10 milioni di euro a stagione. Si tratterà ad oltranza anche se c'è ottimismo in casa rossonera. Quello che è certo è che se le parti dovessero trovare un accordo, per il Milan sarà ovviamente più facile trattare con il Chelsea. Chelsea che punterà ad incassare qualcosa a gennaio per evitare che poi lo spagnolo parta a giugno gratis.

Milan, gli obiettivi di mercato del Chelsea

Oltre al colpo Paquetà e al possibile ritorno di Ibrahimovic dunque, il Milan sogna un altro colpo per la mediana. Con il Chelsea potrebbe aprirsi un canale preferenziale, che potrebbe portare in rossonero, anche uno tra Cahill e Christensen, due calciatori che permetterebbero a Gattuso di risolvere l'emergenza difesa dopo gli infortuni di Caldara e Musacchio, e gli acciacchi di Romagnoli