La speranza c'è e ci sarà fino al 31 agosto. Nonostante un'estate tribolata, nella quale il Milan ha perso molto tempo a causa della trattativa tra Silvio Berlusconi e la cordata cinese, i tifosi rossoneri cercano di pensare positivo davanti ad un mercato imbarazzante e a pochi giorni dal gong finale delle trattative. In attesa della decisione del Boca Juniors per Bettancur, per il popolo milanista sono intanto arrivate due certezze importanti: Carlos Bacca e Mattia De Sciglio non verranno venduti. Questo è infatti quello che ha detto Montella, subito dopo l'amichevole di Friburgo: "A me i giocatori forti, come Bacca o De Sciglio, piacciono – ha spiegato l'aeroplanino – Cessione? Non voglio cambiare a quindici giorni dalla fine del mercato, anche se mi attengo alla volontà della società con la massima serenità e serietà".

Le esigenze di Montella

"Sono molto soddisfatto dell'impegno e della qualità messa in campo dalla mia squadra – ha continuato Montella – Ho chiesto ai ragazzi di portare avanti i nostri principi e di giocare per i tre punti". Obiettivo che Montella cercherà di conquistare sin dalla prima giornata contro il Torino dell'ex Mihajlovic. Per la sfida contro i granata, il tecnico potrà contare sul rientro di Suso e Niang: assenti nell'ultima amichevole. I due esterni, che verranno schierati con Bacca, sono stati tra i giocatori a fornire le migliori indicazioni in questa preparazione estiva. Giocate e gol che hanno convinto il club milanese a toglierli entrambi dal mercato, nonostante le continue richieste che arrivano negli uffici di via Aldo Rossi. A preoccupare Montella è più che altro la difesa, che ha incassato 12 gol nelle amichevoli fin qui disputate. Il solo arrivo di Gustavo Gomez non può bastare. Ecco perché, oltre al centrocampista, il Diavolo cercherà di acquistare anche un altro difensore.