Il Milan a Bologna ha ottenuto una vittoria epica, in nove la squadra di Montella ha conquistato tre punti memorabili vincendo per 1-0 con un gol di Pasalic all’89’. L’allenatore napoletano ha esaltato i suoi ragazzi ed ha portato a casa tre punti fondamentali. In questa modo si è interrotta la serie di sconfitte e perché così i rossoneri si sono riavvicinati alla zona europea. Quel successo però ha lasciato degli strascichi. Perché Paletta e Kucka sono stati espulsi e non ci saranno lunedì prossimo contro la Lazio, e nel Monday Night mancherà anche il centrale Alessio Romagnoli che contro i rossoblu ha subito un infortunio muscolare.

Il giocatore oggi si è sottoposto agli esami di rito che hanno evidenziato un problema alla coscia destra. L’ex difensore di Roma e Sampdoria starà fermo per almeno tre settimane e salterà le partite contro Lazio, Fiorentina e Sassuolo. Ma se il recupero non sarà particolarmente rapido lo stop potrebbe rimanere ai box addirittura un mese, e in quel caso Romagnoli salterebbe anche i match contro il Chievo e la Juventus. Questo il breve comunicato del club rossonero: “AC Milan comunica che Alessio Romagnoli si è sottoposto oggi ad esami medici che hanno evidenziato una lesione ad un muscolo flessore della coscia destra”.

Romagnoli ha disputato una prima parte di stagione formidabile, anche in nazionale ha giocato senza paura e con una personalità da grande campione, ha vinto la Supercoppa, ma nelle ultime settimane ha perso qualche colpo. Contro il Torino è stato espulso e quando è rientrato non ha brillato. Adesso lo stop per il problema al flessore. Al di là del rendimento delle ultime giornate, questa è una grossa perdita per Montella, che contro la Lazio dovrà schierare una coppia quasi inedita e cioè quella formata dal colombiano Zapata e dal paraguaiano Gomez, che hanno già fatto coppia nel finale con il Bologna.