Con Paolo Maldini direttore tecnico e molto probabilmente Marco Giampaolo in panchina, il nuovo Milan sta cominciando a prender forma. Salutati i molti parametri zero della rosa, il club milanese sta infatti guardandosi intorno per quelli che saranno i prossimi acquisti. Le ultime notizie di mercato portano infatti a Genova, dove dalla Sampdoria potrebbero arrivare due giocatori espressamente richiesti dal nuovo allenatore rossonero: Joachim Andersen e Dennis Praet.

Secondo le idee di Giampaolo, il difensore danese e il centrocampista belga sarebbero due pedine fondamentali per il nuovo Milan: due giocatori che rispecchierebbero il diktat societario di Ivan Gazidis (Andersen è del '96, Praet di due anni più vecchio) e che dovrebbero arrivare a Milanello insieme a Stefano Sensi. Sui due calciatori della Sampdoria ci sarebbe però la forte concorrenza dell'Arsenal, che avrebbe già inviato a Massimo Ferrero una prima offerta di 42 milioni di euro complessivi.

Ferrero ha già fissato il prezzo

Trattare con il patron blucerchiato non sarà però facile e Giampaolo ne sa qualcosa. Il patron del Doria valuta infatti Andersen e Praet rispettivamente 30 e 25 milioni di euro: una cifra importante e forse fuori dalla portata milanista. In attesa di conoscere quale sarà il budget che il Milan potrà spendere sul mercato, Paolo Maldini a questo punto potrebbe essere costretto a sacrificare qualche gioiello per riuscire ad accontentare il nuovo tecnico.

Tra i giocatori che in predicato di lasciare Milanello c'è soprattutto Gigio Donnarumma. Il Milan lo vorrebbe tenere, ma di fronte ad un'offerta di 70 milioni di euro la dirigenza potrebbe anche lasciarlo partire per realizzare una plus valenza particolarmente ricca e utile per il fatturato del club. Con Pepe Reina e Alessandro Plizzari, il Diavolo sarebbe inoltre coperto e al sicuro per la prossima stagione.