L'incubo è finito per Gonzalo Higuain. Il bomber argentino in Milan-Spal ha ritrovato quel gol che mancava dal 28 ottobre, e da ben 866′. Un peso enorme che il centravanti ex Juventus si è tolto con un'esultanza liberatoria con tanto di lacrime e abbraccio con Gennaro Gattuso. Una rete decisiva che ha permesso ai rossoneri di salutare il 2018 con una vittoria, con il Pipita che ha voluto ringraziare con un messaggio su Instagram tutti quelli che gli sono stati vicini in questi mesi difficili.

https://www.instagram.com/p/BsAZ1g7Ak0K/
in foto: https://www.instagram.com/p/BsAZ1g7Ak0K/

Milan, il messaggio su Instagram di Gonzalo Higuain dopo il ritorno al gol contro la Spal

Dopo il gol vittoria in Milan-Spal, Gonzalo Higuain si è lasciato andare alle lacrime, travolto dall'affetto dei compagni e dall'abbraccio del pubblico di San Siro. Il bomber ha interrotto un digiuno che durava 9 partite e 866′ minuti, celebrando la ritrovata rete con un messaggio su Instagram. Foto dell'esultanza con lacrime e compagni per il Pipita e belle parole per ringraziare tutta la gente che gli è stata vicino in questo periodo complicato: "Felice di tornare al gol. Grazie a tutti quelli che mi sono stato vicino. Grazie alla mia famiglia, amici, compagni, staff tecnico, società e tifosi che mi hanno accompagnato. Buone feste per tutti".

Higuain la dedica a Gattuso e il rapporto in stile Oronzo Canà-Aristoteles

Parole che fanno il paio con quelle pronunciate subito dopo Milan-Spal dal ritrovato bomber argentino. Quest'ultimo ha ritrovato il sorriso dedicando la rete a quel Gattuso che ha vestito i panni dello psicologo con lui, anzi quelli di un popolare personaggio cinematografico, ovvero Oronzo Canà, "L'allenatore nel pallone", interpretato da Lino Banfi. Queste a tal proposito le parole del tecnico del Milan sul suo centravanti: "Come ho fatto con Higuain? Come Lino Banfi ed Aristoteles, mi è toccato fare anche quello. Dopo l'espulsione con la Juve ha preso una piccola mazzata e speriamo che non si dia più martellate nelle parti basse. E' un giocatore che non sbaglia mai quando ha occasioni, quest'anno invece sì e lui lo sa. Ho dormito anche io insieme con lui, come Oronzo Canà? No, le stanze a Milanello sono piccole"