Tassello dopo tassello, prende forma il nuovo Milan. Con Paolo Maldini che ha detto sì al nuovo incarico da direttore tecnico, il club rossonero è a caccia del direttore sportivo da affiancare all'ex capitano. Con l'obiettivo Igli Tare destinato a restare alla Lazio, un nome molto gradito è quello di un grande ex ovvero Zvonimir Boban. L'attuale vicesegretario generale della Fifa, è in netto vantaggio rispetto ad un altro dirigente che vanta un passato al Milan ovvero Rui Costa.

Nuovo Milan, dopo il direttore tecnico Maldini caccia al direttore sportivo

Il Milan ai milanisti (del passato). Questa la volontà della proprietà rossonera, alle prese con un vero e proprio restyling iniziato con gli addii al responsabile dell'area tecnica Leonardo e al tecnico Gattuso. Con Paolo Maldini che ha detto sì al nuovo incarico da direttore tecnico, il Milan cerca un direttore sportivo da affiancare all'ex leggenda, prima dell'affondo per il nuovo allenatore. Se Igli Tare sembra destinato a restare un sogno alla luce delle difficoltà legate ad una trattativa con la Lazio, il nome più caldo delle ultime ore è quello di Zvonimir Boban.

Boban in pole per diventare il nuovo direttore sportivo del Milan

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il croato classe 1968 è attualmente il nome più gradito per ricoprire l'incarico di direttore sportivo del Milan. Attuale vicesegretario generale della FIFA e con un grande appeal a livello internazionale, Boban conosce benissimo l'ambiente alla luce della sua militanza in rossonero dal 1991 al 2001 (con un'esperienza in prestito al Bari dal 1991 al 1992). Con il suo arrivo, il Milan si assicurerebbe un profilo abile sia in chiave mercato, che a livello "politico" alla luce dell'esperienza maturata nei massimi organi calcistici continentali. Sullo sfondo anche il nome di un altro ex centrocampista rossonero come Rui Costa, che attualmente ricopre il ruolo di ds al Benfica.

Nuovo allenatore Milan, Giampaolo ad un passo

Con l'ufficializzazione dei ruoli di direttore generale e direttore sportivo, il Milan potrà poi chiudere il discorso relativo alla panchina. Il nome più caldo è quello di Giampaolo, che avrebbe già un accordo di massima con Maldini, nonostante la frenata di Ferrero. In caso di arrivo del blucerchiato, i rossoneri potrebbero pescare sul mercato proprio dalla formazione ligure, con Praet e Andersen profili molto graditi al neoallenatore.