Milan campione d'Italia, Berlusconi promette un regalo

Il Milan è campione d'Italia 2011 dopo lo 0-0 contro la Roma. C'è grande euforia giustamente nel clan rossonero, ed anche il presidente Berlusconi ha esaltato i suoi ragazzi: "Era ora! Questo scudetto è meritato, abbiamo fatto di tutto per vincerlo e finalmente ci siamo riusciti". Il patron rossonero pizzica con ironia Moratti, che dopo aver festeggiato per tanti anni questa volta deve cedere il passo ai cugini rossoneri. "Una volta per uno non fa male ha nessuno"- ha detto sorridendo Berlusconi.

Tutti hanno fatto i complimenti ad Allegri ed alla squadra, ed il presidente si unisce a questo coro esaltando il proprio allenatore: "Complimenti ad Allegri. Incarna lo stile Milan come lo hanno fatto Sacchi, Capello ed Ancelotti. La nostra filosofia è essere padroni del gioco senza rinunciare allo spettacolo, nel rispetto degli avversari". Berlusconi afferma che il Milan ha vinto lo scudetto anche perchè gli investimenti sul mercato sono stati azzeccati: "Abbiamo indovinato gli acquisti di giocatori importanti come Ibrahimovic, Van Bommel e Boateng. Abbiamo speso molto, ma nel calcio per vincere è necessario investire tanti soldi".

Con lo scudetto in tasca il Milan può già programmare la prossima stagione, e Berlusconi promette un grande campione. Si è parlato molto di Ronaldo, in rotta con Mourinho, ma il presidente per ora frena il sogno: "Abbiamo una rosa molto forte, ma spero di poter fare un ulteriore regalo per rinforzare ulteriormente la rosa. Se arriverà la coppa Italia potrò essere particolarmente generoso. Cristiano Ronaldo? É un campione, e dubito che il Real Madrid voglia privarsene".