Mentre continua a combattere la sua durissima battaglia contro la leucemia, Sinisa Mihajlovic non lascia mai soli i calciatori del Bologna. In occasione del match valido per il terzo turno di Coppa Italia, in casa del Pisa, il tecnico serbo ricoverato nel reparto di ematologia dell’Istituto Seragnoli dell’Ospedale Sant’Orsola ha trovato il modo per dirigere a distanza la sua squadra che ha battuto i toscani con il rotondo punteggio di 3-0. Prove generali per l'esordio in Serie A in programma domenica 25 agosto in casa del Verona per il mister serbo, che ha concluso il primo  ciclo di chemioterapia.

Sinisa Mihajlovic ricoverato a Bologna, ecco come ha diretto la squadra in Coppa Italia contro il Pisa

Sinisa Mihajlovic, attualmente ricoverato presso il reparto di ematologia dell'Istituto Seragnoli del policlinico Sant'Orsola di Bologna ha diretto a distanza i rossoblu nell'impegno di Coppa Italia contro il Pisa. L'allenatore serbo (tra l'altro squalificato dopo l'espulsione rimediata nel gennaio 2018 nel derby di Torino) ha potuto sfruttare uno streaming privato su un'apposita piattaforma che gli ha permesso così di seguire il match, mantenendo i contatti con il suo staff, anche telefonicamente. In questo modo, l'allenatore che lo scorso 15 luglio ha rivelato di essere affetto da leucemia, ha potuto far sentire la sua "presenza" al fianco della squadra che ha risposto nel migliore dei modi sul campo, vincendo 3-0 e centrando la qualificazione al turno successivo in programma a dicembre contro l'Udinese.

Il discorso al Bologna di Sinisa Mihajlovic in videoconferenza prima del Pisa

A spiegare tutto ci ha pensato il collaboratore Emilio De Leo nel post-partita. Quest'ultimo in contatto costante con Sinisa Mihajlovic ha poi passato tutte le direttive del caso al vice Miroslav Taniga, allenatore sul campo: "Il tecnico ha fatto il discorso pregara alla squadra collegato in video conferenza. L'ho sentito durante l'intervallo e alla fine, ed ha assistito in tempo reale alla partita collegato in streaming e via microfono con il nostro collaboratore video, che a propria volta comunicava con me in diretta".

Come sta Sinisa Mihajlovic, alle prese con la battaglia contro la leucemia

Non sono mancati anche a Pisa i cori e gli attestati di stima e affetto nei confronti di Mihajlovic, che proprio in queste settimane sta giocando la partita più importante della sua vita contro la leucemia. Come sta l'allenatore serbo? Dopo l'annuncio della malattia, arrivato a metà luglio, Mihajlovic ha concluso il primo ciclo di chemioterapia presso il reparto di ematologia dell'Istituto Seragnoli. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare bollettini medici ufficiali sulle sue condizioni. Intanto il Bologna, che domenica sera esordirà in campionato contro il Verona,  godrà di due giorni di riposo: la ripresa degli allenamenti è in programma mercoledì pomeriggio.