Pur non trovando la via del gol, Leo Messi ha trovato il modo per rendersi decisivo nella finale di Copa del Rey. Nella sfida con il Siviglia, ultimo impegno stagionale con il Barça, l’argentino ha sfoderato un doppio assist vincente per Jordi Alba e Neymar autori delle reti del definitivo 2-0 che ha consegnato ai catalani il trofeo. E a proposito di trofei, quello assegnato ieri sera al Calderon, è il numero 30 della prestigiosa carriera di Messi, capace di superare un’altra leggenda come Pelè. 28 dei 30 titoli messi in bacheca durante la sua avventura calcistica, sono arrivati con il Barcellona, alla pari di Andres Iniesta.

A completare il palmares le Olimpiadi 2008 e il Mondiale under 20 del 2005, conquistati con la casacca dell’Argentina. Rispetto a Pelè spiccano i tanti titoli europei, vinti al contrario del brasiliano che ha vinto solo in patria praticamente con il Santos. La stella della Seleçao però può anche vantare 3 titoli mondiali. una lacuna che l’argentino spera di colmare in occasione di Russia 2018 quando vestirà ancora una volta la prestigiosa maglia numero 10 dell’Albiceleste.

Il rendimento di Messi nella stagione 2015/2016 (foto transfertmarkt)
in foto: Il rendimento di Messi nella stagione 2015/2016 (foto transfertmarkt)

Prima però c’è la Copa America in programma quest’estate. Nell’edizione del Centenario, Messi proverà ad alzare al cielo quel titolo sfiorato in extremis nella scorsa estate. La “Pulce”, ha chiuso la stagione in crescendo: pur non segnando come nelle scorse stagioni, anche a causa di qualche infortunio di troppo. Messi ha messo a referto 41 gol e 26 assist in 49 presenze. Un dato comunque mostruoso per un calciatore che è pronto ad incrementare ancora il suo bottino di premi.