Dries Mertens recentemente parlando di se stesso ha detto di essere rimasto molto sorpreso dal fatto che a trent’anni ha trovato finalmente la sua vera collocazione in campo. Un anno fa di questi tempi il Napoli si leccava le ferite, non veniva da un mese eccellente (tre sconfitte in campionato e una in Champions) ed aveva un grosso problema: quello del centravanti. L’infortunio di Milik alla fine paradossalmente ha invece aiutato Mertens, che è diventato un goleador eccezionale e oggi mentre guida il Napoli capolista, ha ottenuto anche un record importante con la squadra partenopea.

I numeri di Mertens centravanti

Perché Mertens da centravanti del Napoli, inizialmente era bollato come ‘falso nueve’, ha disputato 52 partite, la prima la giocò in Champions League contro il Fenerbahce, l’ultima con il Sassuolo. Complessivamente il belga ha realizzato 42 gol. Un numero altissimo e naturalmente favoloso. 28 gol complessivi lo scorso anno (per un centro perse il titolo dei cannonieri), 25 da quando è diventato centravanti. 10 reti quest’anno, poi un po’ di reti nelle coppe. Mertens ora spera di aumentare il proprio bottino contro il Manchester City, con cui ha un conto aperto. Contro Ederson due settimane fa fallì un calcio di rigore.

Mertens meglio di Cavani e Higuain

Nessun numero 9 del Napoli nelle prime 52 partite è riuscito a segnare quanto il belga, che si mette alle spalle fior di campioni. Cavani ne realizzò 37 nelle prime 52 partite, Savoldi invece ne mise a segno 29, mentre Careca marcò 28 gol. Gonzalo Higuain invece 26. Sesto in classifica invece Bruno Giordano, che ne firmò 16.

I migliori numeri 9 del Napoli nelle prime 52 partite

Dries Mertens: 42 gol
Edinson Cavani: 37 gol
Giuseppe Savoldi: 29 gol
Antonio Careca: 28 gol
Gonzalo Higuain: 26 gol
Bruno Giordano: 16 gol