Difficile scovare nuovi grandi difensori. Quasi impossibile riuscire a prenderli, se non si ha la potenza economica dei "top club" europei. Il caso emblematico è quello di Matthijs De Ligt: diciannovenne centrale dell'Ajax di ten Hag. Cresciuto nella "cantera" dei Lancieri ed esploso con la prima squadra in questa stagione, il nazionale orange è infatti la punta di diamante della formazione olandese: il giocatore che molti sognano e che in pochi si possono permettere.

Già, ma quanto potrebbe costare il cartellino del capitano dell'Ajax? Se è vero che la sua valutazione cresce giorno dopo giorno e ha già sfondato il muro dei 60 milioni di euro, è altrettanto vero che nessuna squadra ha fino ad ora fatto il passo decisivo per strapparlo alla società di Amsterdam. Nessuna, neanche il Barcellona: il club al quale Matthijs De Ligt è stato accostato da tempo. A confermare che nulla è ancora stato deciso, è sceso in campo proprio il diretto interessato grazie ad un confronto con i tifosi su Instagram.

L'assist di Raiola

"Sul mio futuro non ho ancora preso alcuna decisione, ora mi concentrerò solo sulla fine della stagione con l'Ajax – ha spiegato il giovane difensore – Il prezzo del mio cartellino? I centrocampisti tendono a essere più costosi dei difensori, ma non ho idea di cosa succederà. Dipende dall'Ajax. Frenkie de Jong e andato via per un buon prezzo (75 milioni di euro, ndr), quindi vedremo".

Oltre al Barcellona, alla finestra per il capitano dell'Ajax c'è anche la Juventus. Nonostante la rete con cui ha buttato fuori Chiellini e compagni dalla Champions League, dalle parti della Continassa sono in molti a fare il suo nome per una difesa che comincia ad essere un po' vecchiotta. Non sarà facile però per la dirigenza bianconera competere con gli spagnoli, anche se a dare una mano alla Juventus potrebbe arrivare Mino Raiola (il procuratore di Matthijs De Ligt), con un occhio di riguardo verso la società campione d'Italia.