Ernesto Valverde e Thomas Tuchel hanno un obiettivo comune: prendere il meglio dal mercato e costruire una squadra in grado di farsi valere soprattutto in Champions League. Dopo i fuochi d'artificio delle ultime settimane, le trattative di mercato delle due super potenze europee non sono ancora finite. Fino al 31 agosto, ultimo giorno di campagna acquisti in Spagna e Francia, Barcellona e Paris Saint-Germain saranno dunque ancora protagoniste.

Cone riportato dai media spagnoli e francesi, c'è una strada che unisce le due città e che potrebbe essere percorsa da due giocatori molto importanti: Ousmane Dembelé e Adrien Rabiot. Il primo piace da matti al Psg di Tuchel, mentre il secondo potrebbe far comodo ai blaugrana di Valverde. Nelle ultime settimane i contatti tra le due società sarebbero stati frequenti e la trattativa potrebbe prendere il volo già nelle prossime ore.

La carta Rabiot

Reduce da una stagione deludente, condizionata anche dall'infortunio muscolare e dall'arrivo di Coutinho, Dembelé è rimasto comunque nel cuore di Tuchel: suo ex allenatore al Dortmund. Secondo Mundo Deportivo, il Barcellona sarebbe quindi disposti ad ascoltare un'eventuale offerta del club di Al-Khelaifi che dovrà però partire da un prezzo vicino a quei 150 milioni di euro sborsati dai catalani un anno fa.

L'interesse del Barça per Adrien Rabiot, cercato anche dal Milan di Leonardo, potrebbe favorire l'intesa tra le due parti e abbattere parzialmente il costo dell'attaccante transalpino, visto che il centrocampista classe '95 dei campioni di Francia (che andrà in scadenza nel 2019) viene valutato intorno ai 40 milioni di euro. Secondo indiscrezioni, la dirigenza catalana avrebbe anche già trovato l'intesa con il giocatore che andrebbe a guadagnare circa 7 milioni di euro netti a stagione.