Pochi mesi fa ha lasciato la Juventus per trasferirsi all'Al-Duhail. Medhi Benatia, che ha assistito con curiosità all'ultima sfida di Champions tra l'Ajax del suo compagno di nazionale Ziyech e la sua ex squadra, è tornato a parlare della sua esperienza italiana. In particolare il centrale marocchino ha parlato di un possibile ritorno alla Roma, una compagine rimastagli nel cuore, e del suo feeling non eccezionale con Massimiliano Allegri.

Medhi Benatia e il possibile ritorno alla Roma

Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport Medhi Benatia, a pochi mesi dal suo addio all'Italia destinazione Qatar, ha parlato della sua esperienza con la maglia della Roma. Una stagione, dal 2013 al 2014 che ha lasciato il segno nel difensore che ha aperto anche ad un possibile ritorno nella Capitale: "Garcia mi ha dato fiducia, a volte gli facevo anche da interprete, dopo i due mostri Totti e De Rossi mi fece capitano. Sono cose che non dimentico, così come l’Olimpico. Quando entri in quello stadio, con quella gente, hai voglia di spaccare il mondo. Meriterebbero di vincere di più, quei tifosi. E io li capisco. Il vero romanista vuole vincere. Tornare alla Roma? Magari… Roma rimarrà sempre speciale per me".

Benatia torna sui rapporti con Massimiliano Allegri

Dopo la Roma è arrivata la chiamata del Bayern Monaco e poi quella della Juventus. Nella scorsa stagione il centrale marocchino ha raccolto l'eredità di Bonucci titolare al centro della difesa con prestazioni altalenanti. Dopo il ritorno di Bonnie, Benatia non ha trovato molto spazio nella prima parte di questa annata. Ecco allora la scelta di cambiare aria per approdare in Qatar e dire sì alla ricca proposta dell'Al-Duhail. L'ex difensore bianconero torna sui suoi rapporti con l'allenatore Massimiliano Allegri, al quale riserva anche una stilettata: "Allegri?Bravissimo allenatore, parla la sua carriera. Io non ho mai avuto problemi con lui, forse lui con me. Magari poteva parlarmi più in faccia".