Mauro Icardi più di James Rodriguez. Aurelio De Laurentiis non ha mai considerato il colombiano una priorità: ha 28 anni – età molto al limite rispetto alla possibilità di monetizzare da un'eventuale futura cessione -, è reduce da un paio di annate poco esaltanti, nella scala delle preferenze ritiene più funzionale al progetto che ha in mente un attaccante da 30 gol da affiancare a Milik che non un trequartista, non ha mai fatto mistero che la formula del prestito con diritto di riscatto sia l'unica ipotizzata per trattare col Real. Poteva chiudere l'operazione e affondare il colpo già da qualche settimana ma la cessione a titolo definitivo prevista dai blancos – oltre alla cifra di 42 milioni – è la secca sulla quale s'è arenato un affare che parte da lontano.

I contatti tra il diesse Giuntoli e Wanda Nara

Con Maurito è diverso: ha 26 anni, ha attraversato un momento difficile nella scorsa stagione che ha portato a una flessione di rendimento, ma le qualità non si discutono e le potenzialità sono tali da alimentare maggiore fiducia per il futuro. Volendo ragionare in maniera pragmatica, s'è mosso in prima persona il massimo dirigente che ha parlato con l'ad nerazzurro, Giuseppe Marotta (ne dà notizia il Corriere dello Sport), dopo aver spedito il direttore sportivo Giuntoli in missione per tessere la trama dei contatti con Wanda Nara.

La concorrenza della Juve per ora bloccata dal Pipita

"Qualcosa si è mosso", ha ammesso l'ex juventino. Può significare tutto e niente, può essere un segnale incoraggiante (perché rappresenta un'apertura importante) oppure non avere alcun seguito qualora le condizioni si rivelassero proibitive a causa anche della concorrenza. Quale? La Juventus che resta sullo sfondo ed è una tentazione fortissima per l'argentino. A Torino, per adesso, la situazione è bloccata: tutto ruota intorno alla figura di Gonzalo Higuain che è ufficialmente sul mercato (assieme a Mario Mandzukic e Moise Kean) ma non è certo che lascerà la maglia bianconera. Proprio la sua permanenza alla corte di Sarri potrebbe ‘agevolare' la posizione del Napoli e mettere la strada in discesa.

L'offerta del Napoli a Mauro Icardi: contratto da 10 milioni bonus compresi

Il canale è aperto. Il Napoli ha già presentato all'entourage del calciatore un'offerta allettante: contratto di cinque anni con stipendio da circa 10 milioni di euro a stagione (bonus compresi); centralità nel progetto tattico di Ancelotti; possibilità di esibirsi sul palcoscenico della Champions e competere per lo scudetto. Se Maurito dirà sì in maniera convinta, mettendo da parte ogni dubbio legato alla speranza che la Juventus si faccia avanti, allora si aprirà la seconda fase di un'operazione complessa ma non impossibile: ovvero determinare il prezzo per l'acquisto tenendo conto della valutazione da 60/70 milioni che l'Inter fa del calciatore.