Roberto Mancini non potrà contare su Matteo Politano per il doppio impegno della Nazionale nelle qualificazioni a Euro 2020 contro Grecia (sabato 8 giugno ad Atene, allo stadio ‘Spyros Louis') e Bosnia Erzegovina (martedì 11 giugno, all'Allianz Stadium di Torino). L'attaccante dell'Inter è stato infatti costretto a lasciare il ritiro di Coverciano per un problema fisico. Nessuna sostituzione da parte del Ct che aveva convocato un numero maggiore di calciatori proprio per sopperire ad eventuali infortuni.

Nazionale, Matteo Politano lascia il ritiro per infortunio

Prima defezione per la Nazionale di Roberto Mancini ritrovatasi a Coverciano per preparare al meglio la doppia sfida valida per il girone j delle qualificazioni a Euro 2020 contro Grecia e Bosnia. Il commissario tecnico azzurro non potrà contare su Matteo Politano che non è riuscito a mettersi definitivamente alle spalle un problema alla caviglia sinistra. Un fastidio che ha tormentato l'ex Sassuolo, reduce dalla prima stagione con la maglia dall'Inter, già da diverse settimane. Nessuna voglia di rischiare un peggioramento delle sue condizioni con lo staff azzurro che ha dato il via libera al suo ritorno a casa dove potrà godersi le meritate vacanze.

Mancini, nessuna sostituzione per Politano

Ci ha visto giusto dunque Roberto Mancini quando ha "allargato" le sue convocazioni, chiamando a Coverciano 33 giocatori. Il ct ha voluto in questo modo cautelarsi in vista di eventuali infortuni legati ai postumi dell'estenuante stagione appena archiviata. Politano non sarà dunque sostituito da nessun nuovo convocato visto che per Bosnia e Grecia, Mancini potrà fare affidamento per il suo reparto offensivo su Andrea Belotti (Torino), Federico Chiesa (Fiorentina), Stephan El Shaarawy (Roma), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Moise Kean (Juventus), Leonardo Pavoletti (Cagliari) e Fabio Quagliarella (Sampdoria).